Nubifragio su Roma, riparte la metro A
Alemanno: evento eccezionale / Video

Lunedì 19 Settembre 2011
L'avviso alla fermata Colli Albani
ROMA - Capitale in difficolt per il nubifragio che si abbattuto nella notte sulla citt. Al risveglio i romani hanno trovato la metropolitana chiusa in sei stazioni della linea A per allegamento e tanti disagi nella circolazione. I semafori in tilt nella zona della Nomentana, in particolare lungo viale XXI Aprile hanno provocato lunghe code nella zona mentre anche sul Raccordo anulare si procedeva a rilento.



Una violenta ondata temporalesca: 30 millimetri in 10 minuti. Secondo la protezione civile capitolina «il Centro Funzionale del Dipartimento Nazionale della Protezione civile, ha segnalato un'ondata temporalesca violenta con precipitazioni associate a raffiche di vento, che ha colpito in particolare la zona meridionale di Roma fra le 3 e le 4 di questa mattina. La massima di cumulata è stata registrata nella stazione pluviometrica di Roma Eur dove sono caduti 30.8 millimetri/ora di pioggia con un picco molto violento di 30 millimetri in 15 minuti, fra le ore 3:30 e le 3:45. L'altro massimo di cumulata di pioggia si è avuto nella stazione pluviometrica Casilino che ha registrato 30 millimetri/ora con un picco di 20 millimetri caduti in10 minuti, fra le ore 3:50 e le 4:00. Le precipitazioni violente sono state accompagnate da venti molto sostenuti, con raffiche fino a 30 nodi pari a 50 km/orari».



Sei stazioni della linea A della metropolitana di Roma sono state chiuse: San Giovanni, Furio Camillo, Lucio Sestio, Numidio Quadrato, Colli Albani e Porta Furba. Alle 8.35 è stata riaperta la stazione San Giovanni. Alle 9.44 sono state riaperte le stazioni di Furio Camillo, Lucio Sestio e Numidio Quadrato. Alle 12.15 è stata riaperta la stazione di Porta Furba Quadraro della linea A della metropolitana di Roma. La stazione di Colli Albani è stata riaperta intorno alle 15. Sospeso, dopo la quinta riapertura, tra Giulio Agricola e Arco di Travertino il servizio di bus di supporto.



Diversi centimetri d'acqua inondavano i pavimenti delle sei stazioni, rendendole quindi impraticabili. Alcuni tecnici al lavoro per il ripristino delle fermate chiuse raccontano: «Le entrate delle stazioni erano allagate e sopra il pavimento c'era un dito d'acqua. La pioggia non ce l'ha fatta a defluire perchè era davvero tanta. Il problema, comunque, non è qui sotto ma sopra la sede stradale: la rete fognaria non è riuscita a far defluire tutta l'acqua che si è riversata nella metro». L'acqua non sarebbe arrivata ai binari della metropolitana e ad essere allagati sarebbero stati gli accessi alla metropolitana.



In nottata era stata interrotta anche la linea ferroviaria Termini-Giardinetti fra Ponte Casilino e Termini, per il malfunzionamento di un semaforo, ma alle 6,40 è stato ripristinato il servizio. Il servizio della linea A è comunque regolare.



Sulla Roma-Lido si registrano lievi rallentamenti per allagamenti dovuti sempre al maltempo. Regolare il servizio per il resto della rete di trasporti.



Il maltempo ha causato disagi alla circolazione anche sul Grande Raccordo Anulare. A causa di un palo d’illuminazione pericolante la circolazione è consentita solo in corsia di emergenza e sulla complanare, nel tratto compreso tra lo svincolo di via Appia e lo svincolo di via Tuscolana, in carreggiata esterna. Sul posto è intervenuto il personale dell’Anas per ripristinare la circolazione il prima possibile.



Allagamenti in strada e negli scantinati, rami caduti, cartelloni pubblicitari e cornicioni pericolanti, qualche semaforo in tilt. È il bilancio del violento nubifragio che ha colpito nella notte la capitale.



Oltre cento gli interventi effettuati dai vigili del fuoco in varie zone della città. A quanto rilevato dalla polizia municipale, tra le strade interessate dagli allagamenti c'è via Tiburtina, largo Preneste, via Prenestina all'altezza di via Palmiro Togliatti, viale Giulio Agricola e Ponte Lungo. Rami caduti e cartelloni pericolanti in via di Santa Cornelia, via Cavalieri e via Liszt. Allagamenti anche alla Rustica.



Fulmine e incendio nella villa di Sergio Fantoni.
Incendio in una villa a Torvaianica colpita da un fulmine durante il violento nubifragio della scorsa notte. Una saetta ha centrato il tetto in paglia e legno dell'abitazione situata a villaggio Tognazzi. Da lì è scaturito l'incendio che ha danneggiato l'abitazione. La casa sarebbe di proprietà dell'attore 81enne Sergio Fantoni.



Esposto del Codacons su interruzione servizio pubblico. «La chiusura di 6 stazioni della metro a seguito di un temporale, rappresenta un'assurdità, specie se si verifica in una capitale mondiale come Roma - dice il presidente Codacons, Carlo Rienzi - Le stazioni di una metropolitana come la linea A, utilizzata ogni giorni da centinaia di migliaia di utenti, dovrebbero essere progettate per reggere l'impatto di piogge anche forti. Ciò che è avvenuto a Roma è intollerabile, e per tale motivo presenteremo oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica, chiedendo di indagare per interruzione di pubblico servizio. Ci aspettiamo ora dal Comune e dall'Atac una presa di coscienza e un gesto di responsabilità nei confronti degli utenti, indennizzando i cittadini romani consentendo loro di utilizzare gratuitamente per un intero giorno la linea A della metro».



Pd: sindaco incapace. «È bastato un temporale di fine estate per mettere in ginocchio la mobilità della Capitale d'Italia. Questa mattina ben sei stazioni della metropolitana chiuse, voragini aperte ovunque, traffico impazzito in tutta la città». Lo dichiara in una nota il segretario del Pd Roma, Marco Miccoli. «Cosa succederà allora in inverno, quando le piogge saranno più abbondanti? Tutto ciò nasce da una assoluta mancanza di manutenzione della città che si registra da circa tre anni, da quando cioè Alemanno la sta sgovernando. Alemanno è un sindaco incapace», conclude Miccoli.



Aurigemma: nubifragio eccezionale. «La chiusura temporanea di alcune stazioni della linea A della Metropolitana è stata causata da un nubifragio di eccezionale portata che ha colpito Roma nelle prime ore della giornata di oggi. I dati diffusi dalla Protezione Civile sono significativi di quanto la precipitazione sia stata violenta: tra le ore 3 e le 4 nella parte meridionale della nostra città sono caduti mediamente 30 millimetri l'ora di pioggia». Lo dichiara Antonello Aurigemma, assessore alla Mobilità di Roma Capitale.
Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 19:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA