Aurore boreali mozzafiato: il Sole "in tempesta"

ARTICOLI CORRELATI
ROMA - Un'aurora boreale fuori dalla norma, con uno spettacolo senza pari, cellulari senza linea, compagnie aeree che decidono di deviare i propri voli sul Polo Nord. E' l'effetto della più potente eruzione solare degli ultimi sei anni.



Lo sciame di particelle che ha prodotto, ossia il vento solare, sta puntando diritto verso la Terra. La National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa) degli Stati Uniti, prevede che l'intensità della tempesta geomagnetica che questa eruzione potrà provocare possa essere di livello 2 o 3 su una scala di 5. Il precedente record, secondo il Noaa, era detenuto dalla tempesta solare avvenuta nel settembre 2005.



Le immagini. Come mostrano le immagini inviate due telescopi della Nasa e dell'Esa (l'agenzia spaziale europea), il "risveglio" del Sole è inziato già il 19 gennaio, con una intensificazione dell'attività che ha rilasciato esplosioni in rapida successione fino all'ultima potente eruzione. Quando le particelle provenienti dal Sole raggiungono il campo magnetico terrestre sfrecciando alla velocità di circa 2.200 chilometri al secondo, possono avvenire interferenze con i sistemi di comunicazione. Se fino all'ultimo momento sarà difficile fare previsioni sulle conseguenze, gli esperti prevedono già per i prossimi giorni aurore di rara bellezza generate dalle interazioni fra le particelle del Sole cariche di energia e il campo magnetico terrestre.



La Delta Air Lines ha deciso di deviare alcune delle sue rotte polari, per precauzione, per evitare i problemi connessi alle interferenze alle comunicazioni satellitare previste a causa di una potente eruzione solare iniziata ieri. La deviazione causerà un allungamento di una quindicina di minuti sui tempi di volo normalmente previsti, ha precisato un portavoce.
Mercoledì 25 Gennaio 2012, 12:56 - Ultimo aggiornamento: 25-01-2012 16:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP