Avellino come nel '600: in migliaia al palio della botte

ARTICOLI CORRELATI
Ventuno anni di Palio della Botte, Avellino torna al '600, il periodo dei Caracciolo, quello pi¨ florido della cittÓ, quando si sfidavano i "bottari" facendo rotolare sul selciato le loro produzioni (sfida di maestria nella conduzione con l'ausilio di una mazza ferrata della botte, sfida di botteghe che mettevano in mostra la robustezza dei loro prodotti). Le contrade Terra e Bellezze si sono sfidate per aggiudicarsi il palio della botte. Torna a vincere contrada Bellezze con 139 battiti (il numero di colpi alla botte necessari per farle coprire il tracciato su cui si tiene la gara). Per l'occasione si sfidano le sette Contrade con i rispettivi blasoni, ovvero Tuoppolo, Porta Napoli, Terra, Porta Beneventana, Parco del Principe, Bellezze e Porta Puglia.

Anche la ventunesima edizione del Palio della Botte, tra le manifestazioni più caratteristiche e attese del Ferragosto avellinese, ha calamitato a Corso Umberto I una massiccia folla di curiosi ed appassionati, senza contare, ovviamente, i tanti sostenitori provenienti dalle varie contrade, che rappresentano i vari rioni del capoluogo irpino. Un evento che fa parte ormai della tradizione della città, pur non avendo vere e proprie radici storiche ufficiali.

Mercoled├Č 13 Agosto 2014, 13:46 - Ultimo aggiornamento: 13-08-2014 17:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP