Alloggiopoli ad Avellino, il pm:
«Subito a processo 27 persone»

di Alessandra Montalbetti

Inchiesta alloggi, fissata l'udienza preliminare per i 27 imputati, che compariranno il 9 aprile prossimo dinanzi al Gup Paolo Cassano.

La richiesta di rinvio a giudizio, firmata dal procuratore Rosario Cantelmo e dai sostituti Cecilia Annecchini e Antonella Salvatore, arriva per due impiegati comunali, Domenico Piano e Paolo Pedicini, in quanto, in qualità di pubblici ufficiali in servizio presso l'Ufficio Assegnazione Alloggi di Piazza del Popolo, avrebbero chiesto e ottenuto somme di denaro (2700 euro, versati dal beneficiario di uno degli alloggi) per il «compimento di atti contrari ai loro doveri d'ufficio», ossia per consentire a un nucleo familiare di poter ottenere un alloggio popolare. Per questo singolo episodio i due dipendenti comunali rispondono, insieme a Francesco Vivolo (l'assegnatario illegittimo) di concorso in corruzione. Somme di denaro, quello versate dal beneficiario dell'alloggio, «per mettersi al sicuro, ottenere un immediato intervento dei due dipendenti del comune di Avellino al fine di evitare lo sfratto e qualsiasi altro problema inerente all'alloggio».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 17 Febbraio 2019, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP