Borea confermato alla guida
di Confcooperative Campania

Giovedì 30 Luglio 2020
Antonio Borea, irpino, imprenditore sociale e cooperatore è stato confermato alla guida del Consiglio regionale di Confcooperative Campania (un sistema di imprese che dà lavoro a oltre 10.000 persone e un fatturato aggregato è pari a quasi 800 milioni di euro). L’elezione è avvenuta durante l’assemblea dal titolo “Costruttori di bene comune: innovazione e sostenibilità”, svoltasi il 29 luglio, in videoconferenza. A Villa Fernandes, bene confiscato alla criminalità a Portici nell’area metropolitana di Napoli, gestito da una rete di imprese sociali, enti pubblici, fondazioni ed associazioni, si sono riuniti i componenti del consiglio di presidenza uscente. In collegamento quasi duecento delegati, oltre ad alcuni ospiti istituzionali. 
 
«Sono stati quattro anni faticosi ma stimolanti. Abbiamo davanti un nuovo quadriennio durante il quale siamo chiamati a sostenere la crescita dell’imprenditoria cooperativa, forma di impresa nella quale credo con fermezza. Il Consiglio regionale, con il supporto della struttura tecnica, si assume l’impegno di essere mente e anima di questa Organizzazione che ha un valore relazionale e di supporto. La parola che scelgo per riassumere il cammino che ci attende è aggregazione. Sarà fondamentale la coesione per continuare a crescere e essere costruttori di bene comune», ha detto Borea subito dopo la proclamazione.
 
Con Borea lavoreranno i consiglieri: Amoroso Umberto, Boccella Giovanni, Cervero Pasquale, De Feo Enzo, De Leonardis Nicola, Di Massa Alfonso, Di Meo Maria Grazia, Funiciello Gianluca, Gaudino Giovanpaolo, Gesummaria Antonio, Gesummaria Manrico, Giordano Maurizio, Goffredo Luca, Flagiello Ferdinando, Liguori Luciano, Maisto Ciro, Manzo Amedeo, Melillo Francesco, Noviello Carlo, Ortoli Mariapia, Palmigiano Annalisa, Ruocco Raffaella, Santucci Valentino, Scafuri Salvatore, Sicignano Mario, Silvestri Palma Elena, Tagliaferri Giovanni, Treré Claudio, Vitiello Mara, Zollo Beniamino. 
 
Il presidente di Confcooperative nazionale, Maurizio Gardini, presente a Villa Fernandes con il direttore generale Fabiola Di Loreto, ha espresso affetto e vicinanza alla squadra che guiderà Confcooperative Campania, congratulandosi per la scelta di favorire il ricambio generazionale e l’ingresso di donne cooperatrici. Gardini ha ricordato la capacità di Confcooperative di stare nella complessità, vista la molteplicità di settori che aggrega e rappresenta. «Viviamo una fase complicatissima. Competenza, passione e generosità devono essere i nostri valori guida nel difficile impegno della rappresentanza». © RIPRODUZIONE RISERVATA