Arrestati e subito scarcerati:
fratelli in possesso di ordigni

Arrestati e subito scarcerati. Due fratelli di Sirignano di 36 e 37 anni sono stati rimessi in libertà dopo l’udienza di convalida. Erano finiti in manette per detenzione di un centinaio di ordigni esplosivi nascosti in camera da letto e di una serie di coltelli e tirapugni, occultati in un’altra stanza della loro abitazione. Gli avvocati Ennio Napolillo e Claudio Frongillo sono riusciti a ottenere la mitigazione della misura cautelare. Per i due fratelli previsto solo l’obbligo di dimora nel comune di residenza. Ma i legali sono convinti di far valere le ragioni dei propri assistiti, soprattutto in relazione al materiale esplodente trovato in casa. 
Martedì 5 Febbraio 2019, 18:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP