Avellino, acquistavano carburante
in Croazia e evadevano l'Iva: 8 arresti

Venerdì 27 Novembre 2020

Acquistavano ingenti partite di carburante in Croazia e Slovenia che, grazie alla elusione del pagamento dell'Iva, rivendevano in Italia a prezzi fuori mercato. I militari della GdF di Avellino stanno eseguendo otto ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone e il sequestro beni per equivalente di quasi nove milioni di euro.

LEGGI ANCHE Esplosione a Poggiomarino, crolla il mobilificio Cutolo

L'operazione «Atterraggio Italia», come è stata denominata dagli inquirenti, ha accertato fatturazioni per operazioni inesistenti nei confronti di sette società e altre 47 destinatarie del prodotto per un imponibile di oltre 41 milioni e mezzo. Gli amministratori delle società «cartiere», tre dei quali percepivano il reddito di cittadinanza, sono risultati prestanomi nei cui confronti gli indagati impartivano direttive insindacabili. Le indagini, coordinate dalla Sezione reati finanziari della Procura di Napoli guidata dal pm Sergio Raimondi, hanno anche fatto emergere gli investimenti effettuati dagli indagati nel settore immobiliare e in quello del commercio dei prodotti petroliferi in Romania e Transilvania. I provvedimenti, su richiesta della Procura, sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Napoli, Saverio Vertuccio.

Ultimo aggiornamento: 13:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA