Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Avellino, detenuto marocchino tenta
il suicidio in carcere: salvato dagli agenti

Venerdì 23 Settembre 2022
Avellino, detenuto marocchino tenta il suicidio in carcere: salvato dagli agenti

 Un detenuto nel carcere di Avellino ha tentato il suicidio procurandosi ampi tagli al braccio. Decisivo l'intervento degli agenti di Polizia penitenziaria in servizio che hanno evitato conseguenze irreversibili. Lo rende noto Donato Capece, segretario generale del Sappe.

Video

Secondo quanto è stato ricostruito, il detenuto, di nazionalità marocchina, con problemi di tossicodipendenza, avrebbe deciso di togliersi la vita per protestare contro la mancata somministrazione di metadone. «Negli ultimi venti anni -ricorda Capece- le donne e gli uomini della Polizia penitenziaria hanno sventato più di 23 mila tentativi di suicidio nelle carceri italiane e impedito che quasi 175 mila atti di autolesionismo da parte dei detenuti potessero avere conseguenze nefaste». Il leader del sindacato autonomo sottolinea anche «il fallimento delle espulsioni di detenuti stranieri in Italia: sono state soltanto 456 nel 2021».

© RIPRODUZIONE RISERVATA