Avellino, danno fuoco alla cella:
in ospedale un agente penitenziario

Venerdì 26 Febbraio 2021
Avellino, danno fuoco alla cella: in ospedale un agente penitenziario

Danno fuoco ai materassi della cella provocando un incendio. E’ accaduto nella casa circondariale di Avellino. Un agente della polizia penitenziaria è rimasto intossicato, tanto da essere costretto al ricovero all’ospedale “Moscati” del capoluogo irpino.

LEGGI ANCHE Aggressione nel carcere di Ariano Irpino, feriti due agenti della polizia penitenziaria

L'agente è intervenuto nel reparto destinato ai detenuti in isolamento. Due detenuti per protesta avevano dato fuoco ai materassi della loro cella e l'incendio stava avvolgendoli. Incurante del pericolo, è entrato nella cella portando in salvo i due detenuti dopo aver spento le fiamme che si stavano propagando all'interno reparto. «È stato un giusto eroico - commenta Aldo Di Giacomo - che sfata le narrazioni di comodo sugli operatori nelle carceri italiane. Adesso si accertino le responsabilità e si colpiscano i responsabili». 

Solidarietà all’agente penitenziario è stata espressa dalla Uil Pa Polizia Penitenziaria, con il segretario Franco Volino, e dal deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli, che annuncia un’interrogazione al presidente del Consiglio, Mario Draghi e alla ministra della Giustizia, Marta Cartabia.

Ultimo aggiornamento: 22:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA