Blitz dell'Alto Calore nelle case Iacp
contro i furbetti del contatore

di Alessandro Calabrese

Quattrograna Ovest, Valle e Contrada Alvanite. I primi furbetti del contatore l'Alto Calore li ha scovati nelle case popolari dei due estesi quartieri di Avellino e nel rione periferico di Atripalda, dove sono decine e decine i casi in cui le abitazioni sono allacciate abusivamente alla rete idrica.

Una sacca di illegalità diffusa che l'avvio del piano straordinario di letture e controlli ha subito portato alla luce. Naturalmente, siamo solo all'inizio. L'operazione è partita da pochi giorni e riguarderà tutte le oltre 214mila utenze nell'ambito del distretto Irpinia-Sannio. Ma intanto gli accertamenti effettuati hanno già dato importanti riscontri che saranno anche oggetto di approfondimenti da parte dei tecnici dell'azienda di corso Europa. Del resto, l'individuazione dei flessibili che bypassano i misuratori è soltanto una delle anomalie che i letturisti stanno cominciando a segnalare. Altre tipologie di irregolarità nelle quali la task force composta da 39 dipendenti e coordinata dal responsabile Consiglio Bagno si è imbattuta in questi giorni sono il malfunzionamento degli apparecchi, i sigilli rimossi, i contratti mai registrati e i consumi non dichiarati. Una serie di illeciti che accanto agli operatori dell'Alto Calore vedranno in campo anche le forze dell'ordine.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 9 Febbraio 2019, 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP