Bombe carta in casa, un arresto in Irpinia: sequestrati anche 90mila fuochi ad Ariano

Una persona è stata arrestata e un'altra denunciata a piede libero dai carabinieri del Comando provinciale di Avellino nell'ambito dei servizi di prevenzione  sulla vendita di prodotti pirotecnici proibiti e insicuri. A Melito Irpino i militari hanno sequestrato 16 kg di petardi, tra cui molte bombe carta ad alto potenziale, che una persona del luogo custodiva nella propria abitazione. L'uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Nel corso di una analoga perquisizione, un altro residente di Melito Irpino, trovato in possesso di materiale esplodente non regolare, è stato denunciato all'autorità giudiziaria. Sequestri di botti e petardi sono stati anche sequestrati in esercizi commerciali di Manocalzati e Montella. Un'operazione della Guardia di Finanza di Avellino ha portato al sequestro di oltre 90 mila fuochi d'artificio in due esercizi commerciali del capoluogo e di Ariano Irpino. I petardi, in vendita senza le previste autorizzazioni e ad alto rischio sicurezza, erano custoditi in locali inidonei insieme ad altri prodotti altamente infiammabili. In particolare, 118 kg di fuochi sono stati sequestrati in un negozio al centro di Avellino, in un locale a pieno terra di un condominio, e 150 kg ad Ariano Irpino. I titolari sono stati denunciati a piede libero all'autorità giudiziaria.
Sabato 30 Dicembre 2017, 13:03 - Ultimo aggiornamento: 30-12-2017 13:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP