Brucia plastiche e residui vegetali, una donna di 60 anni nei guai

Materiale plastico, sterpaglie e residui vegetali bruciati nel proprio fondo: nei guai è finita una donna di 60 anni che è stata denunciata dai carabinieri. E' ritenuta responsabile dei reati di getto pericoloso di cose e attività di gestione rifiuti non autorizzata. A seguito di segnalazione da parte di alcuni cittadini, i militari operanti, sono riusciti dapprima ad individuare l’esatto punto in cui era stato appiccato il fuoco e, successivamente, ad indentificare la responsabile che, nonostante il divieto di abbruciatura nell’attuale periodo di massimo rischio per gli incendi boschivi, aveva appiccato il fuoco per lo smaltimento di sterpaglie e residui vegetali nonché materiale plastico utilizzato per la lavorazione del proprio fondo agricolo a Montoro. Tale condotta, oltre ad essere particolarmente pericolosa, aveva provocato un evidente senso di fastidio e molestie alle persone per l’alta concentrazione di fumo nell’aria.
Lunedì 10 Settembre 2018, 14:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP