CORONAVIRUS

Cervinara piange la prima vittima
della quarta ondata di Covid: «Un incubo»

Mercoledì 10 Novembre 2021 di Pasquale Pallotta
Cervinara piange la prima vittima della quarta ondata di Covid: «Un incubo»

Cervinara piange la prima vittima di questa quarta ondata di pandemia che sta mettendo a dura prova i cervinaresi. Si tratta di una donna di 92 anni che era stata ricoverata al Moscati il 31 ottobre scorso. Da allora le sua condizioni sono via via peggiorate fino al decesso. Non sembrano voler finire questi giorni da incubo e purtroppo il numero dei contagiati continua a salire. Dopo diversi mesi quindi si tornano a piangere concittadini che purtroppo non hanno superato l'infezione. Si tornano a rivedere scene che credevamo di poter cancellare dalla nostra mente. Ma purtroppo la realtà si sta dimostrando ancora una volta ostile. Con i 15 positivi comunicati dall'Asl nell'aggiornamento di ieri, si è toccata la cifra di 110 contagiati, visto che ci sono stati 4 guariti e purtroppo il decesso della 92enne.

L'impressione è che purtroppo questo numero sia destinato ancora a salire anche perchè i cosiddetti focolai sono più di uno e cominciano ad aumentare anche i positivi non vaccinati e questo preoccupa maggiormente. La popolazione sta dando un grande prova di responsabilità e anche le polemiche dei giorni scorsi hanno finalmente lasciato il posto al silenzio che in situazioni del genere è un bene prezioso.

Video

Cervinara sembra specie di sera un paese fantasma, le piazze sono vuote, molti ritrovi giovanili hanno volontariamente abbassato la saracinesca, i bar effettuano solo servizio da banco. Fino al 15 Novembre saranno sospese le lezioni in presenza in tutti gli istituti scolastici. Sia la villa comunale che il cimitero sono stati chiusi con una ordinanza del sindaco Caterina Lengua. Ci si prepara inoltre ad un altro fine settimana di semi lockdown in quanto nel giorni 12,13 e 14 ci sarà il divieto di stazionamento nelle piazze e il divieto di assembramento. Questa quarta ondata di pandemia per alcuni versi sembra anche più grave di quella vissuta lo scorso anno tra i mesi di settembre ed ottobre. Gli obiettivi dei media nazionali sono ormai puntati sul centro caudino e ieri pomeriggio è stata la volta de La 7 che ha realizzato una diretta pomeridiana. Oggi e domani molti cervinaresi e soprattutto molti ragazzi a partire dai 12 anni approfitteranno dell'Open Day vaccinale senza prenotazione, per la somministrazione della prima dose di vaccino e per la terza dose addizionale per i soggetti trapiantanti e immunicompromessi e la terza dose booster che può essere somministrata ad almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale. Attualmente l'accesso ai Punti Vaccinali per la somministrazione della dose booster è consentito, indipendentemente dalla presenza in lista, a tutti gli utenti con età maggiore di 60 anni, che abbiamo completato il ciclo vaccinale primario da almeno 6 mesi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA