Scambio di neonati, la clinica: «È stato un errore umano»

ARTICOLI CORRELATI
  • 152
«Lo scambio accidentale delle due neonate, prontamente identificato e corretto, è avvenuto nel corso della regolare degenza delle pazienti, che sono state dimesse il giorno 12 ottobre scorso con le figlie legittime». Lo precisa in una nota il professor Vittorio Fineschi, presidente del Comitato valutazione sinistri della Casa di Cura «Malzoni» di Avellino in relazione al caso delle due neonate nate lunedì scorso e consegnate per errore a madri diverse.

Fineschi sottolinea anche che la vicenda è nata dalla «erronea lettura del codice identificativo» da parte del personale medico e ribadendo «come si sia trattato di mero errore umano» conferma «il rispetto e la piena applicazione delle procedure di identificazione e della prassi operativa» che hanno consentito di rimediare all'errore all'interno della struttura sanitaria, prima che le due partorienti venissero dimesse.
Venerdì 13 Ottobre 2017, 13:43 - Ultimo aggiornamento: 13-10-2017 16:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP