Cinghiale aggressivo carica
un gruppo di giovani in piazza

Mercoledì 4 Settembre 2019 di Pietro Montone
Si sono salvati dalla carica del cinghiale aggrappandosi alle inferriate di un cancello e salendo su dei muri di cinta delle abitazioni . La vicenda, che poteva avere ben altro bilancio, si è verificata la notte scorsa nel centro della frazione di Aterrana. Il faccia a faccia con l'esemplare aggressivo ha visto protagonisti alcuni giovani del posto. I ragazzi erano nei pressi della piazza quando il cinghiale si è parato dinanzi a loro. Probabilmente era arrivato in paese per dissetarsi alla fontana pubblica. La scena, ripresa con un telefono cellulare, è finita in rete. In poche ore quella che pare essere la parodia di corrida, tra il cinghiale e i ragazzi, è diventata virale. Resta la pericolosità di quanto ormai avviene con una costanza senza precedenti per l'intera Montoro. L'area pedemontana è terra continua di scorribande da parte di interi branchi di questi animali. Da Aterrana a Banzano; da Preturo passando per Piano e proseguendo per Borgo e Sant'Eustachio è ormai emergenza a tutti gli effetti. Al calare della sera i cinghiali scendono fino nei centri abitati in cerca di cibo.

 

Non mostrano paura rispetto a chi cerca in qualche modo di allontanarli dagli orti e dai giardini. Anzi, qualche altro cittadino si è dovuto rifugiare in casa per evitare la carica. Come se non bastasse, essendo il loro numero cresciuto in modo abnorme negli ultimi due anni, fanno razzia di ogni cosa che trovano lungo la loro strada. In campagna non si salva nulla al loro passaggio. Gli agricoltori sono preoccupati per i raccolti, ad iniziare da quello delle nocciole. Per difendersi dalla loro presenza, alcuni produttori di Banzano sono finanche ricorsi all'acquisto del cannone ad aria compressa che spara a salve ogni quindici minuti.
Un valido deterrente. Resta però il fatto che, di notte quegli spari continui disturbano chi abita in periferia. I cinghiali in questo periodo stanno facendo incetta anche di mele, prugne ed ogni altra frutta che intercettano nei poderi. Come sottolineato a più riprese da molti dei residenti, siamo ormai davanti ad una vera e propria piaga.
I cinghiali, tra l'altro, come nel caso di Aterrana e Torchiati, sono nel perimetro del parco dei Monti Picentini. Un particolare di non poca importanza che impone severi limiti alla loro caccia. Secondo i residenti delle frazioni più colpite, gli enti preposti devono provvedere ad aprire una finestra sulla stagione di caccia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA Ultimo aggiornamento: 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA