Covid ad Avellino, boom di contagi:
60 in un giorno e c'è un altro morto

Venerdì 16 Ottobre 2020 di Gianluca Galasso

Una spallata che disorienta: sessanta contagi e un'altra vittima. Il Covid-19 fa ancora più paura all'Irpinia dopo il bollettino di ieri a cui si aggiunge la notizia della morte di un sessantenne di Grottaminarda ricoverato alla città ospedaliera. In serata, poi, ai cinquantasei casi di positività comunicati dall'Asl, il sindaco del comune ufitano, Angelo Cobino, ha reso noti altri quattro contagi. Una comunità già sconvolta per la dipartita del sessantenne arrivato lo scorso 6 ottobre al pronto soccorso del Moscati. Poi il trasferimento al Covid Hospital. Le sue condizioni si sono aggravate e il 13 ottobre è stato intubato e trasferito nell'area dedicata alla terapia intensiva, fino al tragico epilogo. L'uomo presentava delle gravi patologie pregresse. Nella serata di ieri, dunque, la comunicazione da parte del Comune dei quattro i casi positivi emersi dallo screening effettuato lunedì scorso su dipendenti, collaboratori esterni, contatti ed amministratori. Circa settanta i tamponi eseguiti. Il sindaco spiega una nota dell'amministrazione - ha sentito telefonicamente i quattro dipendenti comunali, le loro condizioni di salute non destano preoccupazioni. Sono asintomatici o con lievi sintomi. A loro l'augurio di una pronta guarigione. Stesso augurio da parte dell'amministrazione comunale a tutti coloro i quali si trovano in questa situazione, affinché ne possano uscire al più presto. A questi casi si sommano i cinquantasei ufficializzati nel bollettino dell'Azienda sanitaria su 856 tamponi analizzati. Ben sedici i positivi scovati a Mirabella Eclano, sette nel capoluogo. Ancora problemi nel Mandamento. Cinque i contagi a Baiano, due a Sperone e altrettanti a Sirignano, di cui uno ricoverato presso il Moscati di Avellino. Sempre al Moscati c'è un paziente infetto di Avella. Nell'elenco dell'Asl, inoltre, tre positivi residenti nel comune di Calabritto, uno a Cervinara, due a Flumeri e altrettanti a Forino, uno a Frigento. Ancora tre a Marzano di Nola. Stesso numero a Mercogliano, mentre sono due a Montoro, a San Martino Valle Caudina e San Potito Ultra. Un caso lo registrano anche i comuni di Solofra e di Venticano. Entrambi sono ricoverati al Covid Hospital della città ospedaliera. Tra i nuovi casi registrati, anche un tecnico in servizio all'Alto Calore. Il dipendente della società di corso Europa da oltre una settimana non si reca al lavoro perché in quarantena. Il professionista, le cui condizioni di salute sono buone, è familiare di una persona ricoverata al Covid Hospital. Il personale da qualche giorno si sta sottoponendo a uno screening. I primi risultati dei test sierologici hanno dato esito negativo. Monitoraggio che proseguirà ancora, come assicura il presidente Michelangelo Ciarcia. Per il report provinciale c'è da contabilizzare l'impennata. I casi da luglio schizzano a 699 complessivi in Irpinia, compresi guariti e decessi (sono 66 le vittime da inizio pandemia). Il comune di Mirabella Eclano è il più colpito con 92 contagi e supera Cervinara che è a 88. Segue Avellino a 69. Poi Baiano (38), Mercogliano (27), Frigento (25), Sperone (25), San Martino Valle Caudina (24), Montella (22), Rotondi (17), Grottaminarda (17), Avella (12), Sirignano (11), Sturno (9), Atripalda (9), Solofra (8), Monteforte Irpino (8), Moschiano (7), Mugnano del Cardinale (7), Santa Lucia di Serino (7), Serino (7), Bonito (7), Roccabascerana (7), Montemarano (6), Contrada (6), Montoro (6), Conza della Campania (5), Quindici (5), Lauro (5), Manocalzati (5), Forino (5), San Potito Ultra (5), Calitri (4), Lioni (4), San Michele di Serino (4), Torrioni (4), Gesualdo (4), Quadrelle (4), Calabritto (4), Flumeri (4), Marzano di Nola (4), Parolise (3), Montefredane (3), Villamaina (3), Cassano Irpino (3), Santo Stefano del Sole (2), Taurano (2), Taurasi (2), Teora (2), Vallata (2), Villanova del Battista (2), Ariano Irpino (2), Chiusano San Domenico (2), Montemiletto (2), Domicella (2), Venticano (2), Altavilla Irpina (1), Capriglia Irpina (1), Caposele (1), Chianche (1), Lacedonia (1), Pietradefusi (1), Trevico (1), Sant'Angelo all'Esca (1), Candida (1), Zungoli (1), Bagnoli Irpino (1), Sant'Angelo a Scala (1), Carife (1), Pago Vallo Lauro (1), Lapio (1), Sant'Angelo dei Lombardi (1), Castelvetere sul Calore (1).

Video

Il sottosegretario Carlo Sibilia annuncia le risorse per Ariano Irpino: In arrivo 780mila euro come contributo di risarcimento per la zona rossa dichiarata durante il lockdown. Qualcuno aveva sostenuto che la città di Ariano non fosse tra i comuni in lista. A queste accuse abbiamo risposto con i fatti. La Conferenza Stato-Città ha stabilito le norme per la ripartizione dei 40 milioni di euro. Ogni promessa è debito. Quando si tratta di venire incontro ai bisogni dei cittadini, noi ci siamo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA