Coronavirus in Irpinia, sette nuovi contagiati
ma c'è speranza: è guarita la prima donna

Domenica 22 Marzo 2020 di Gianluca Galasso

Dopo la tempesta di venerdì, ieri un po' di sole. Primo guarito irpino dal Coronavirus (è una donna di 59 anni), un bimbo nato sanissimo da una mamma con Covid e finalmente un numero ridotto di tamponi risultati positivi. Sette i nuovi contagiati della provincia di Avellino. La somma ora fa 130. E nessuno ad Ariano Irpino. E' la prima volta che succede da quando è scoppiata l'emergenza. Due sono residenti ad Avellino, altrettanti a Mercogliano. Tra cui moglie e figlio del funzionario Acli aggredito dal virus. Un altro ancora per Solofra e Flumeri. Debutto nella mappa dei Comuni che annoverano almeno un contagiato anche per Cervinara. È il secondo della Valle Caudina dopo quello di San Martino. E si tratta sempre di un militare della Guardia di Finanza. Sono ottanta i tamponi che sono stati processati ieri dai laboratori della città ospedaliera. Nella quota è inclusa una fetta spedita dall'Asl del Sannio e dall'azienda ospedaliera San Pio di Benevento. Nei reparti del nosocomio di contrada Amoretta sono ricoverati 60 pazienti (due provengono da fuori provincia). Dei 58 irpini, nove sono in terapia intensiva. Altri tre si trovano al Rummo di Benevento. Nell'ospedale Frangipane sono in cura altre quattro persone con Coronavirus nell'area Covid-19 allestita in quel presidio. Qui, si contano altri 11 pazienti in attesa di tampone. Ulteriori quattro sospetti sono in terapia intensiva. Per due si attende l'esito del test molecolare. Tutti gli altri contagiati (eccezion fatta per il medico di Mercogliano in servizio alla Federico II, che è stato trasferito già da giorni al Cotugno di Napoli) sono in vigilanza sanitaria presso il proprio domicilio.
 


Ieri, dunque, dopo la giornata nera di venerdì in Irpinia è stato registrato un rallentamento dei casi. Che si somma ad altre due buone notizie. Il piccolo Mario, nato dalla mamma positiva al Covid-19. Il neonato sta bene, il suo tampone è fortunatamente risultato negativo. C'è poi da segnalare il ritorno a casa della 59enne di Ariano Irpino, moglie del ginecologo del Frangipane che bypassò il triage con conseguenti problemi per il presidio (stop alle attività di alcuni reparti e quarantena per gli operatori sanitari), una delle prime a fare i conti con il virus. La signora è stata dimessa, dopo il risultato negativo dei due tamponi di verifica effettuati a distanza di 24 ore e dopo 14 giorni dalla positività. Era in cura dal 5 marzo scorso presso l'Unità Operativa di Malattie Infettive della Città Ospedaliera, assistita da personale dedicato in una stanza di isolamento a pressione negativa. La donna è il primo paziente irpino guarito dal Covid-19. E questo serve per dare speranza e maggiore forza a chi sta combattendo contro il nemico invisibile, che ha contagiato medici, infermieri e personale sanitario. Tra Moscati e Frangipane sono 18 quelli che hanno contratto il virus. Oltre ai medici di Forino, Mercogliano, Mirabella Eclano, Lauro che prestano servizio in ospedali di Napoli e Benevento. Lanciano il grido d'allarme anche gli autisti delle ambulanze del 118. Siamo quelli che ogni mattina, senza nessun vero paracadute corrono gli stessi pericoli di medici e infermieri scrivono in una lettera inviata all'Asl e alla Prefettura - Tutte le mattine indossiamo kit di protezione individuale, mascherine ed altro per svolgere questo servizio essenziale durante questa guerra al Coronavirus, senza avere nessuna garanzia. Chiediamo solo di essere riconosciuti. Il riepilogo generale della provincia è di 130 contagiati (,2,93 casi ogni diecimila abitanti): 62 compresi i quattro decessi per Ariano Irpino, dieci per Avellino, sette per Flumeri, sei per Mercogliano, quattro per Mirabella Eclano (compreso un decesso) e Solofra, tre per Venticano (compreso un decesso), Chiusano San Domenico, Monteforte Irpino. Ancora: due per Grottaminarda, Gesualdo, Lauro, Bonito (compreso un decesso), Forino, Scampitella, Savignano Irpino. Uno per San Martino Valle Caudina, Melito Irpino (ma domiciliato a Bonito), Taurasi, Montefredane, Vallesaccarda, San Michele di Serino, Cesinali, Castel Baronia, Cervinara e Bagnoli Irpino, anche se quest'ultimo vive stabilmente a Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA