CORONAVIRUS

Coronavirus, Irpinia chiama Wuhan:
​confronto tra Moscati e ospedale cinese

Giovedì 9 Aprile 2020
Irpinia chiana Wuhan. Confronto a distanza tra medici per la lotta al Coronavirus. Uno scambio di informazioni, buone prassi e sperimentazioni farmacologiche e diagnostico-terapeutiche sul Coronavirus Sars-Cov-2 tra medici specialisti dello Zhongnan Hospital di Wuhan, la città cinese focolaio inziale della pandemia, e i clinici dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino. E’ programmato per domani mattina, nella Direzione Generale della Città Ospedaliera, un lungo collegamento in videoconferenza Italia-Cina. A confrontarsi con i medici cinesi saranno i direttori di alcune delle Unità Operative dell’area Covid dell’Azienda “Moscati”.

LEGGI ANCHE Wuhan, l'omaggio al personale sanitario dopo la fine del lockdown

Nello specifico, parteciperanno al confronto-dibattito, Giuseppina Dell’Aquila (Malattie Infettive), Antonino Maffei (Medicina d’Urgenza e Ps), Angelo Storti (Anestesia e Rianimazione), Antonio Iannaccone (Pneumologia) e Maria Amitrano (Medicina Interna). Con loro saranno in collegamento dalla Cina, tra gli altri, Yang Yufeng, vice presidente dell’ospedale Zhongnan e docente all’Università di Wuhan, e Peng Zhiyong, docente e Direttore dell’Unità Operativa di Terapia Intensiva. Gli specialisti avellinesi illustreranno i protocolli di cura adottati per fronteggiare l’infezione e solleciteranno i colleghi a fornire suggerimenti utili per migliorare ulteriormente le strategie mirate a un corretta gestione dei pazienti affetti da Covid-19. A organizzare il forum sono stati Francesco Todisco, consigliere delegato della Regione Campania per le Aree Interne, in collaborazione con Huang Meiling e You Yuze, docenti dell’Istituto Italo-cinese dell’Università la Sapienza di Roma, sponsor dell’evento. © RIPRODUZIONE RISERVATA