Covid ad Avellino, la guerra dei sindaci:
una restrizione dopo l'altra

Mercoledì 5 Gennaio 2022 di Gianluca Galasso
Covid ad Avellino, la guerra dei sindaci: una restrizione dopo l'altra

L'indice di positività che si registra in Irpinia è pari al doppio del dato complessivo regionale. L'Asl comunica altri 591 casi di Covid-19 su 2.732 tamponi analizzati. Il tasso di incidenza è al 21,64% (il giorno precedente era arrivato al 35,7%), mentre nell'intera Campania si ferma al 10,21%. Insomma, la provincia continua a camminare con numeri elevati di contagi. E ad Ariano si registra purtroppo il decesso di un 80enne, non vaccinato, stroncato da un malore poco dopo aver appreso la sua positività con un test in farmacia.

Soffre ancora la città, così come l'Alta Irpinia (boom ad Andretta con 32 infetti). Trema il Mandamento: nei sei comuni dell'area nella sola giornata di ieri sono emersi 123 nuovi casi e l'altro ieri la comunità di Mugnano del Cardinale ha pianto una vittima del virus. La situazione si fa difficile. I sindaci dell'intero territorio sono in trincea e organizzano le contromosse. La fascia tricolore di Volturara Irpina, Nadia Manganaro, anticipa la chiusura degli esercizi pubblici con un'ordinanza in vigore fino a domenica. «Anche a seguito delle comunicazioni dell'Asl e dell'andamento della situazione epidemiologica è stato deciso per l'apertura di ristoranti, pub e pizzerie solo per l'asporto e un'ulteriore restrizione degli orari di chiusura dei bar - dice la sindaca - Continueremo a tenere sotto controllo la situazione epidemiologica pronti a prendere le decisioni necessarie e consequenziali. Facciamo attenzione e rispettiamo le regole», il suo appello per evitare misure più restrittive. Chiusura anticipata alle 20,30, dunque, degli esercizi fino a domenica. Compresi i bar. Per ristoranti e pizzerie consentito l'asporto fino alle 22,30. Sempre fino al 9 stop agli impianti sportivi pubblici e privati. 

I nuovi casi sul territorio sono così distribuiti: 8 residenti di Aiello del Sabato, 9 di Altavilla Irpina, 32 di Andretta, 1 di Aquilonia, 8 di Ariano Irpino, 17 di Atripalda, 24 di Avella, 94 di Avellino, 1 di Bagnoli Irpino, 27 di Baiano, 1 di Bisaccia, 1 di Bonito, 2 di Calitri, 2 di Capriglia Irpina, 3 di Carife, 4 di Castelfranci, 16 di Cervinara, 6 di Cesinali, 3 di Contrada, 1 di Conza della Campania, 4 di Domicella, 7 di Flumeri, 1 di Fontanarosa, 7 di Forino, 3 di Frigento, 2 di Greci, 22 di Grottaminarda, 1 di Grottolella, 2 di Lacedonia, 3 di Lapio, 13 di Lauro, 1 di Lioni, 6 di Luogosano, 5 di Manocalzati, 3 di Marzano di Nola, 6 di Melito Irpino, 15 di Mercogliano, 6 di Mirabella Eclano, 1 di Montecalvo Irpino, 6 di Montefalcione, 13 di Monteforte Irpino, 1 di Montefredane, 4 di Montefusco, 3 di Montella, 1 di Montemarano, 8 di Montemiletto, 11 di Montoro, 4 di Moschiano, 30 di Mugnano del Cardinale, 3 di Ospedaletto d'Alpinolo, 4 di Pago del Vallo di Lauro, 1 di Paternopoli, 1 di Pietradefusi, 4 di Prata Principato Ultra, 3 di Pratola Serra, 7 di Quadrelle, 3 di Quindici, 1 di Roccabascerana, 4 di Rotondi, 8 di San Martino Valle Caudina, 4 di San Michele di Serino, 1 di San Nicola Baronia, 1 di Santa Lucia di Serino, 5 di Santa Paolina, 1 di Sant'Angelo a Scala, 6 di Sant'Angelo dei Lombardi, 3 di Santo Stefano del Sole, 2 di Scampitella, 1 di Senerchia, 9 di Serino, 15 di Sirignano, 11 di Solofra, 20 di Sperone, 3 di Sturno, 2 di Summonte, 3 di Taurano, 5 di Torella dei Lombardi, 1 di Trevico, 2 di Tufo, 3 di Vallata, 1 di Vallasaccarda, 1 di Volturara Irpina e 1 di Zungoli.

Quadro sempre più complicato ad Andretta. Per domani è stato organizzato un drive-in voluto dall'amministrazione comunale con l'Asl. Il sindaco Michele Miele mette in guardia la popolazione locale: «La situazione è sempre più difficile. Ad Andretta ci sono 99 casi. Un abbraccio a tutte le persone in difficoltà.Chiedo però massima responsabilità e solidarietà». 

Video

Ad Aiello del Sabato, l'amministrazione sta promuovendo alcune iniziative per le persone bloccate in casa. «Al momento i nostri concittadini positivi sono 45 - spiega il sindaco Sebastiano Gaeta - I contagiati non hanno sintomi particolari. Insieme ai positivi, abbiamo circa 90 persone in quarantena. In alcune situazioni vi sono intere famiglie coinvolte. Ecco perché, come amministrazione, abbiamo riattivato il servizio gratuito per la consegna a domicilio di farmaci e generi di prima necessità».

Un'altra struttura sanitaria cittadina, dopo il Centro Althea di contrada San Tommaso, deve fare i conti con positività tra gli ospiti. Si tratta di Villa dei Pini. Attivate le procedure. I degenti non accusano particolari problemi e sono costantemente seguiti. Capitolo ricoveri: sono 39 (di cui 5 in terapia intensiva) tra azienda ospedaliera Moscati di Avellino e Frangipane di Ariano Irpino. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA