Covid, contagio alla Mensa dei poveri:
in isolamento 12 ospiti e 3 volontari

Giovedì 18 Febbraio 2021 di Gianluca Galasso
Covid, contagio alla Mensa dei poveri: in isolamento 12 ospiti e 3 volontari

Il contagio riprende a correre in Irpinia. Sono 82 i nuovi casi riscontrati su 1.304 tamponi analizzati, con impennata record a Montoro: +24. E per Covid, purtroppo, si continua a morire. Altri due decessi all'ospedale Frangipane di Ariano Irpino. Nel nosocomio del Tricolle è spirato un 87enne di Flumeri, ricoverato in Terapia Sub-Intensiva, già affetto da gravi patologie. Nello stesso reparto è morto un 76enne di Polla (Salerno), che pure soffriva di altri problemi. Sono 245 le vittime del Coronavirus da quando è scoppiata l'emergenza sanitaria. Sono invece 186 i decessi che si contano dalla scorsa estate, in pratica da quando è iniziata la seconda ondata della pandemia. La situazione resta complicata. I numeri del contagio comunicati ieri dall'Asl nel consueto bollettino giornaliero dimostrano che è vietato abbassare la guardia. I casi scovati sono 82 su 1.304 tamponi analizzati. L'indice di positività sale al 6,3%, mentre nelle 24 ore precedenti si fermava al 4,9%. La lista dei nuovi residenti infetti è lunga: 1 si registra ad Aiello del sabato, 1 ad Altavilla Irpina, 1 ad Andretta, 1 ad Aquilonia, 1 ad Ariano Irpino, 6 ad Atripalda, 5 ad Avella, 5 ad Avellino, 1 a Bagnoli Irpino, 4 a Cesinali, 1 a Contrada, 3 a Grottaminarda, 1 a Lauro, 1 a Lioni, 1 a Mercogliano, 1 a Montefusco, 1 a Montella, 4 a Montemiletto, 24 a Montoro, 1 a Mugnano del Cardinale, 3 a Pago Vallo Lauro, 1 a Paternopoli, 1 a San Michele di Serino, 1 a Sant'Angelo dei Lombardi, 1 a Santo Stefano del Sole, 4 a Solofra, 6 a Sperone, 1 a Volturara Irpina. Boom a Montoro. I 24 contagi sono il risultato di oltre 200 tamponi eseguiti. Il sindaco Girolamo Giaquinto sta lavorando in Comune con il suo staff per ricostruire la catena dei contatti. Per buona parte dei casi riscontrati, si tratta di persone già in quarantena e legate a quattro nuclei familiari. In totale, nelle ultime settimane, sono stati effettuati circa 800 test. Sono 160 gli attuali positivi a Montoro. E ieri sono state registrate 26 guarigioni. L'amministrazione è pronta ad adottare azioni consequenziali, incrementando innanzitutto i controlli. Giaquinto, con i colleghi di Serino (Vito Pelosi) e Solofra (Michele Vignola), hanno parlato della questione contagi con il presidente della commissione Sanità della Regione, Vincenzo Alaia, a margine dell'incontro che si è tenuto a Napoli sul futuro dell'ospedale Landolfi della città della Concia. In questo comune si contano altri 4 cittadini alle prese con il virus. Allarme anche nell'hinterland e nell'Alta Valle del Sabato: sono 17 i cittadini infetti, tra cui componenti di nuclei familiari.

LEGGI ANCHE Due morti per Covid all'ospedale di Ariano Irpino

Il Covid-19 ha fatto capolino alla mensa dei poveri Monsignor Antonio Forte di Avellino. A essere aggredito dal virus un cittadino senegalese di 48 anni, che è stato trasferito al Covid Residence di Montella, presso il santuario di San Francesco a Folloni. In quarantena altri 12 ospiti della struttura avellinese gestita dalla Caritas Diocesana e 3 volontari. L'assistenza ai bisognosi non si ferma. I pasti saranno offerti dal centro Koinon di Mercogliano. Era prevedibile una situazione del genere, per questo avevamo previsto un piano B, dice don Vitaliano Della Sala, vicedirettore della Caritas, che si è subito messo all'opera per organizzare il tutto e non fermare l'attività di sostegno a chi vive situazioni di disagio. All'interno della struttura si autogestiranno gli ospiti. Il vescovo Arturo Aiello ha sottolineato l'importanza di assicurare il massimo supporto. Sempre in città, resta chiuso fino al 22 febbraio il centro Lilt. Ma in tal caso la decisione è stata assunta in via precauzionale e per eccesso di zelo da parte dei vertici del comitato sezionale di Avellino. Il presidente Mario Belli ha deciso lo stop temporaneo per il poliambulatorio, dopo aver ricevuto la comunicazione che il compagno di una persona interna al centro è risultato positivo al tampone. Nella sede di Fosso Santa Lucia, comunque, non ci sono casi di contagio. Sul fronte dei ricoveri, c'è una buona notizia che arriva dall'ospedale di Ariano Irpino. Ieri è stato dimesso un paziente di 75 anni di Grottaminarda, ricoverato in Area Covid dal 25 dicembre 2020. Al Frangipane risultano ricoverati 2 pazienti (su 7 posti letto) in Terapia Intensiva e 19 in Area Covid, di cui 13 (su 16 posti letto) in Medicina e 6 (su 10 posti letto) in Sub-Intensiva. Sono invece 37 i ricoverati al Covid Hospital dell'azienda ospedaliera Moscati di Avellino, di cui 6 in Terapia Intensiva.
 

Ultimo aggiornamento: 08:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA