Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

I genitori si svegliano: raddoppia
la richiesta di vaccini per i bimbi

Venerdì 17 Dicembre 2021 di Antonello Plati
I genitori si svegliano: raddoppia la richiesta di vaccini per i bimbi

Pochi ma felici. Parte un po' in sordina la campagna di vaccinazione anticovid per i bambini dai 5 agli 11 anni. Ieri mattina, 210 somministrazioni tra i 3 hub speciali (allestiti presso gli istituti scolastici) e le sedi dei 6 distretti sanitari irpini.

Al Palazzotto Regina Margherita di Avellino, funziona tutto bene. I bambini, accompagnati almeno da un genitore, attendono il proprio turno nella palestra. Per poi andare a fare la puntura in una sala adiacente. All'uscita, per lenire il dolore, c'è un lecca lecca per tutti distribuito da un Babbo Natale che non perde occasione per dare appuntamento al 25. A fine mattinata, nel capoluogo saranno una quarantina ad uscire dalla scuola col cerotto sul braccio.

«Sono soddisfatta», dice la manager dell'Asl di Avellino Maria Morgante. «Nei distretti come nelle scuole siamo riusciti a partire con le vaccinazioni pediatriche». Collaborazione e voglia di fare da parte di tutti: «I pediatri di libera scelta stanno lavorando bene: sono loro che stanno convincendo le mamme della bontà di questi vaccini». In effetti, il numero delle adesioni è cresciuto nelle ultime ore. Dai 600 di mercoledì, ieri è stata toccata quota 1200. Dunque, cifra raddoppiata in 24 ore: «Se sulla piattaforma inizieremo a registrare numeri alti riproporremo i vaccini nelle scuole», assicura Morgante in riferimento alla sperimentazione di ieri negli istituti scolastici di Avellino, Ariano Irpino e Montoro.

Oggi, quindi, si continua solo nei distretti sanitari di Ariano Irpino, Atripalda, Avellino, Baiano, Monteforte Irpino e Sant'Angelo dei Lombardi. Da limare, invece, ancora alcuni aspetti per quanto riguarda le somministrazioni delle terze dosi agli adulti. «Stiamo immaginando quale possa essere la soluzione per gli anziani e per i soggetti fragili. Questi ultimi da domani saranno convocati e non avranno più bisogno di prenotarsi in piattaforma. Per gli anziani, un'idea potrebbe essere quella di realizzare un box dedicato esclusivamente a loro sempre con la prenotazione sulla piattaforma».

Video

Un sistema che continua ad alimentare polemiche: «Per quanto riguarda il sistema di prenotazione, non possiamo sostituirlo. Se aprissimo in Open Day senza prenotazione avremmo gli stessi problemi riscontrati fino a qualche settimana fa con assembramenti e persone in attesa sotto la pioggia. La prenotazione resta la soluzione migliore per evitare disagi». Poi un altro annuncio sotto l'albero: «L'Esercito ha confermato la disponibilità della caserma Berardi per riattivare il drive through dal 25 dicembre in poi». Tornando ai bambini dai 5 agli 11 anni, i genitori possono effettuare l'adesione collegandosi al link https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino.

La convocazione per la vaccinazione avverrà poi via sms da parte dell'Asl. I bambini dovranno presentarsi minuti di tessera sanitaria e accompagnati dalla mamma o dal papà. Da oggi, come detto, la campagna vaccinale pediatrica prosegue presso i distretti sanitari in orario pomeridiano: «Inserite i vostri figli sulla piattaforma regionale», è l'appello di Antonio Limongelli, pediatra impegnato nella somministrazione dei vaccini anticovid ai bambini. «Sarete chiamati per praticare la vaccinazione nei centri e nelle ore prestabiliti dall'Azienda sanitaria. Vaccinare i propri figli è un atto d'amore: non posticipate questo appuntamento, fatelo subito». Accelerata, nella giornata di mercoledì, nelle somministrazioni delle terze dosi. Nei centri vaccinali dell'Asl di Avellino sono state inoculate 4mila 744 dosi di vaccino. Così suddivise: 78 a Monteforte Irpino, 78 a Mirabella Eclano, 72 a Sant'Angelo dei Lombardi, 55 all'ospedale Criscuoli-Frieri di Sant'Angelo dei Lombardi, 150 a Montemarano, 468 ad Avellino, 180 a Montoro, 144 a Solofra, 194 ad Ariano Irpino, 85 a Vallata, 164 ad Atripalda, 110 a Flumeri, 114 a Moschiano, 212 a Cervinara, 168 a Montefalcione, 257 a Grottaminarda, 132 a Mercogliano, 118 ad Altavilla Irpina, 139 a Mugnano del Cardinale, 103 a Montella, 117 a Bisaccia, 68 a Lioni, 61 negli studi dei medici di famiglia, 261 negli hub delle aziende, 12 a domicilio, 36 nel carcere di Bellizzi, 351 al drive through di Moschiano, 306 al drive through di Sant'Angelo dei Lombardi, 330 al drive through di Avellino e 181 al drive through Ariano Irpino.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA