Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

De Luca sul fallimento Alto Calore:
«Scontiamo anni di porcherie clientelari»

Martedì 5 Luglio 2022
De Luca sul fallimento Alto Calore: «Scontiamo anni di porcherie clientelari»

«Scontiamo decenni di allegria amministrativa e di porcherie clientelari». Così Vincenzo De Luca ad Avellino, a margine dell'insediamento del consiglio generale della Camera di Commercio Irpinia-Sannio, a proposito dell'Alto Calore spa, l'azienda interamente partecipata dai sindaci per la quale la Procura di Avellino ha chiesto la dichiarazione di fallimento che pende davanti al Tribunale delle imprese di Napoli.

Video

«Sono talmente pesanti i debiti accumulati - ha poi aggiunto il Governatore - che ancora oggi non si sa come ne usciamo fuori». De Luca, prendendo spunto dalla situazione in cui è precipitata l'azienda che gestisce le risorse idriche, ha ricordato «i duecento milioni di interessi annui che la regione Campania paga per i debiti contratti dal sanità pubblica negli anni Novanta». «La gestione allegra delle istituzioni - ha sottolineato De Luca - la pagano poi i nostri figli quindi sarebbe bene decidersi a fare le persone serie per non lasciare a chi viene dopo di noi situazioni così pesanti. Il massimo rigore nella gestione dei conti e delle istituzioni è il nostro orientamento». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA