Spari al rapper: Federico rievoca in tv il momento del ferimento

di Katiuscia Guarino

Il ferimento di Contrada finisce sotto i riflettori della piazza de «I fatti vostri» su RaiDue. Giancarlo Magalli ha intervistato il ragazzo ferito, il rapper 21enne di Serino, Federico Petrone, e il suo legale, Nobile Viviano.
Il giovane ha ricostruito quei drammatici momenti, raccontando la sua versione dei fatti sulla sera del 9 gennaio. È apparso ancora provato davanti alle telecamere.

«Ho visto la morte in faccia. Sono ancora terrorizzato. Non voglio uscire di casa da solo - rivela Federico».
L'avvocato Nobile Viviano evidenzia che proprio in considerazione dei timori del suo assistito ha sollecitato la misura cautelare nei confronti del feritore, il diciottenne di Contrada, Gerardo Ciuci, in primo momento denunciato a piede libero. Quattro giorni dopo è finito ai domiciliari per lesioni aggravate, porto abusivo d'arma e spari in luogo pubblico.

Come anticipato da «Il Mattino», il papà del feritore, Donato Ciuci, si dice mortificato, assai dispiaciuto. «Siamo una brava famiglia», rimarca al microfono di Claudia Marra, inviata ad Avellino. «Sono qui per stare accanto alla famiglia Petrone, ci mettiamo nei panni del ragazzo e ci dispiace veramente per tutto quello che è accaduto. È stato uno sbaglio. Noi vogliamo solo ed esclusivamente la verità», ripete Ciuci.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 25 Gennaio 2018, 10:44 - Ultimo aggiornamento: 25-01-2018 12:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP