Sanremo, il parroco pro Salvini: «No a Mahmood, sono sovranista»

di Pasquale Pallotta

8
  • 1758
«La canzone di Mahmood non si può sentire... vergognosa». Non sono solo canzonette. Così, dopo aver polemizzato con Famiglia Cristiana, rea di aver attaccato Matteo Salvini, guadagnando la ribalta nazionale, don Salvatore Picca, parroco di San Martino Valle Caudina, dice la sua, anche sul vincitore del festival di Sanremo. E' in Australia, a casa tornerà il dieci di marzo, ma, di certo, non manca di seguire le cose italiane. Non solo le segue ma non si esime dall'esprimere il suo pensiero che, spesso, provoca divisioni.
E, da prete social, affida il suo pensiero a facebook.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 12 Febbraio 2019, 08:23 - Ultimo aggiornamento: 12-02-2019 09:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-02-14 12:53:25
ha ragione mammut siè messo fuori dalla Chiesa perchè sè fatto gay e musulmano
2019-02-12 15:20:06
non sono pochi i preti RAZZISTI
2019-02-12 13:39:57
Se sei sovranista,il tuo trono,sta in fondo a destra.Non ti dimenticare i 50 centesimi alla signora e di lavarti bene le mani quando ti alzi da sovrano,con l’escherichia coli,gli esorcismi servono a poco.
2019-02-12 12:39:53
un rappresentante del clero che rispetta l'abito talare
2019-02-12 16:03:44
Per il colore?

QUICKMAP