Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Moscati di Avellino, rinviati
gli interventi programmati

Giovedì 11 Agosto 2022
Moscati di Avellino, rinviati gli interventi programmati

Blocco dell’attività chirurgica in elezione (ovvero programmata) dal 12 al 31 agosto per avere una maggiore disponibilità di posti letto. Obiettivo: coprire tutti i turni in pronto soccorso almeno fino alla fine del mese, coinvolgendo anche i dirigenti medici specializzati in discipline affini, e avvio dei lavori di ampliamento dell’area dell’emergenza dedicata ai codici rossi, con il contestuale spostamento degli spazi occupati dal drappello della Polizia. Ecco le misure adottate dal direttore sanitario Rosario Lanzetta per cercare di gestire nel migliore dei modi il notevole afflusso di pazienti al “San Giuseppe Moscai” di Avellino.

«Le difficoltà che, bisogna dirlo, interessano i pronto soccorso di tutta Italia, si accentuano sempre nel periodo estivo – evidenzia Rosario Lanzetta -, sia per la recrudescenza di tutte quelle patologie di cui affette le persone anziane, sia per problemi organizzativi delle Aziende dovuti alla carenza di personale e alla necessità di accordare a medici e infermieri assegnati all’emergenza le ferie spettanti, sia per una sanità territoriale ancora da implementare. A queste “storiche” criticità bisogna aggiungere da una parte i contraccolpi che la pandemia ha provocato per la mancanza di attività di prevenzione e di controlli medici, dall’altra l’eccezionale ondata di calore che si sta registrando dallo scorso luglio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA