Ospedale Landolfi, pressing
sulla Regione per il parto indolore

di Antonella Palma

Riattivazione della partoanalgesia al presidio ospedaliero «Agostino Landolfi», la Regione si fa carico dell'appello lanciato dal sindaco Michele Vignola e dall'assessore alla sanità Alba Maffei. Intanto la direzione dell'Azienda ospedaliera «Moscati» è pronta per un incontro che sarà convocato a breve con gli amministratori.

La trattative è in corso e si attendono sviluppi quasi immediati: «Insieme con il sindaco Vignola siamo in attesa di essere convocati - spiega l'assessore Maffei - dalla direzione sanitaria del Moscati'', i vertici sono disponibili per un confronto. Tuttavia procederemo con il sindaco a fare per iscritto anche una richiesta ulteriore per l'incontro coinvolgendo sia il direttore generale dell'Azienda Percopo che la direttrice sanitaria Conte».

Nel frattempo sul fronte napoletano la presidente del consiglio regionale Rosetta D'Amelio ha recepito il sollecito degli amministratori solofrani e si è fatta carico del problema che vede, da circa un anno, sospesa la prestazione presso il reparto di ginecologia ed ostetricia. Un fatto che oltre a creare disagio alle partorienti può comportare anche una riduzione dei parti presso il reparto dell'ospedale «Landolfi».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 18 Febbraio 2019, 10:18 - Ultimo aggiornamento: 18-02-2019 11:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP