Altra rissa ad Ariano Irpino,
giovane pestato per un parcheggio

Martedì 22 Giugno 2021 di Monica De Benedetto
Altra rissa ad Ariano Irpino, giovane pestato per un parcheggio

Ancora un fine settimana di violenza tra giovani. Sabato sera un 18enne è stato tirato fuori dalla sua auto, gettato a terra e picchiato da 3 o 4 giovani, in piazza Plebiscito, sotto gli occhi di automobilisti e passanti attoniti; poi sono intervenuti altri ragazzi forse per cercare di fermare il pestaggio ed è stata rissa. Gli stessi ragazzi gli hanno danneggiato anche l'auto.

Tutto sembra essere scaturito da un parcheggio. Pare che il ragazzo avesse difficoltà ad uscire ed abbia chiesto di spostare l'auto che lo bloccava è questo ha scatenato l'ira degli assalitori. Naturalmente c'è stato chi ha filmato la scena con il telefonino facendo girare più di un video su WhatsApp. Si vede l'auto ferma all'inizio di via Roma, proprio all'imbocco della piazza, sportelli aperti, traffico bloccato, alcuni giovani, tra i 20 e i 30 anni tirano fuori dall'auto ed aggrediscono il ragazzo. Viene gettato a terra e poi preso per il collo. Coinvolta anche una ragazza. Intervengono altri giovani presenti nella piazza. Si scatena la rissa davanti le saracinesche della tabaccheria e prosegue più giù, nel vicolo. Il 18enne dopo il pestaggio è andato al pronto soccorso per farsi refertare ed è probabile che presenterà denuncia. Tra l'altro poco prima che si verificasse questo nuovo deprecabile episodio, il sindaco, Enrico Franza, aveva chiamato personalmente i carabinieri per segnalare gli assembramenti in piazza ed era intervenuta una pattuglia. Anche la polizia, dopo il pestaggio di domenica scorsa in via D'Afflitto, ha incrementato i controlli nelle piazze e nei pressi dei locali. Evidentemente tutto questo non è sufficiente a fermare la scia di violenza tra ragazzi che accomuna, tristemente, Ariano ad altre città.

Un'escalation di violenza ed intolleranza che non risparmia neanche i più piccoli, che spesso vede presi di mira i più deboli o quelli considerati, secondo una visione arcaica, diversi perché gay o che non rispecchiano i canoni di bellezza imposti dai social media, perché un po' sovrappeso. L'ultimo episodio di bullismo, in ordine di tempo, in Villa comunale da parte di tre 12enni ai danni di un bambino di 9 anni, preso a schiaffi e gettato nella fontana.

Video

Anche in quel caso le mamme invocano maggiori controlli. Tante le questioni da affrontare nel Tavolo operativo annunciato venerdì da Franza. Un tavolo urgente allargato a tutte le istituzioni presenti sul territorio ed in particolare alle forze dell'ordine, per tentare di arginare il fenomeno. Maggiori e più mirati controlli, nelle zone di ritrovo, vigili o volontari di ronda in Villa anche per scongiurare i soliti atti vandalici, telecamere attive, iniziative di sensibilizzazione da parte di associazioni come il Forum dei Giovani o delle parrocchie e da settembre delle scuole. 

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA