Ritorno a scuola ad Avellino: mensa a fine mese e niente aumenti

Mercoledì 4 Settembre 2019
Mensa dal 30 settembre nelle scuole (che aprono l'11) e niente aumenti del ticket. «Il servizio mensa per le scuole comunali di Avellino comincerà il prossimo 30 settembre. Ho già avuto diversi incontri con il responsabile della ditta fornitrice dei pasti, Ferdinando Raia, e un altro briefing è in programma per lunedì».
Memore di quanto successo lo scorso anno con un servizio mensa cominciato a dicembre, l'assessore alla Pubblica Istruzione e all'edilizia scolastica, Geppino Giacobbe, mette le mani avanti e organizza per tempo tutte le attività inerenti la refezione in collaborazione con la Global Service, l'impresa che si è aggiudicata l'appalto proprio nel 2018.

 

Giacobbe e la ditta insieme al referente del Servizio di Palazzo di Città, ha fissato alcuni paletti. Insomma, delle certezze dalle quali partire: l'avvio della refezione, il costo inalterato e l'inizio delle iscrizioni online che proseguirà fino al 23 di questo mese.
«Le scuole inizieranno tra l'11 e il 12 settembre continua Giacobbe nel frattempo stiamo cercando di andare incontro alle famiglie e di superare ogni possibile criticità. Per quanto riguarda la mensa abbiamo già definito molti dei particolari del servizio e lunedì metteremo a punto gli ultimi dettagli ancora da pianificare. L'obiettivo è essere pronti ed efficienti alla data stabilita. Inoltre, il 23 si potrà avere anche il numero preciso degli alunni che usufruiranno del servizio. Sotto questo aspetto, ricordo che, in base alla nuova normativa, non sarà più possibile portare a scuola alcun alimento da casa. Dunque, per chi fa il tempo prolungato, l'iscrizione alla mensa scolastica diventa praticamente obbligatoria».
L'altra buona notizia, oltre alla celerità con cui dovrebbe cominciare la refezione negli istituti scolastici di competenza comunale, è quella dei ticket invariati.
Nonostante la dichiarazione di pre-dissesto e il prossimo avvio di un piano di rientro dal cospicuo deficit, infatti, per le famiglie avellinesi non ci saranno costi aggiuntivi ma la spesa complessiva per il servizio sarà la stessa dello scorso anno. I particolari definitivi saranno concordati lunedì mattina, nel corso di quello che dovrebbe essere l'ultimo confronto tra Comune e ditta prima dell'avvio in concreto della mensa. Intanto, da ieri è possibile effettuare online le iscrizioni dei propri figli al servizio. La procedura è semplice: basta andare sul sito del comune di Avellino e cliccare sulla voce Servizio Mensa Scolastica, per poi selezionare l'opzione Domanda online di iscrizione al servizio di refezione scolastica 2019-2020. A quel punto, prima di procedere, bisogna verificare di essere in possesso di alcuni documenti dai quali reperire le informazioni richieste: carta di identità, certificazione su eventuali allergie e dichiarazione Isee. Dunque, vidimata la casella del trattamento dei dati personali si accede alla compilazione vera e propria dei dati della famiglia, del figlio che si vuole iscrivere al servizio e si compila la domanda che al termine della procedura verrà riproposta in riepilogo per l'ok finale. Ma non è tutto.
L'assessore Giacobbe è al lavoro anche per garantire una piena fruizione, in tutta sicurezza, degli edifici scolastici. Già effettuato, accompagnato dai tecnici del Comune, un monitoraggio dei plessi, da alcuni giorni è la ditta incarica di effettuare gli interventi di manutenzione straordinaria a svolgere il giro delle singole strutture per risolvere piccoli problemi, controllare gli impianti e sistemare porte e finestre, al fine di rendere le scuole pronte all'inizio delle lezioni.
«Un'impresa incaricata ad hoc conclude l'assessore - sta andando in giro per gli istituti scolastici della città per risolvere eventuali criticità. Ma sin da ora posso affermare che non ci sono grossi problemi da superare e che l'apertura delle scuole seguirà il calendario fissato e comunicato. Abbiamo a cuore la sicurezza degli alunni e, quindi, prima con i tecnici comunali e poi con gli operai dell'impresa incaricata delle opere di sistemazione, abbiamo controllato gli edifici palmo a palmo. Il nostro obiettivo è far cominciare il nuovo anno scolastico nel migliore dei modi in strutture efficienti, accoglienti e funzionali».
a.cal.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA