Rotondi, 50 euro per una dose
di cocaina: pusher in manette

Rotondi, 50 euro per una dose di cocaina: pusher in manette
di Pasquale Pallotta
Sabato 30 Luglio 2016, 11:40 - Ultimo agg. 13:04
2 Minuti di Lettura
Un caffè, due caffè ed oltre. Un linguaggio criptico, ma neppure tanto, per eludere eventuali intercettazioni da parte delle forze dell’ordine. Solo che quei caffè erano un po’ troppo salati, ognuno costava ben cinquanta euro. Tanto venivano vendute le dosi di cocaina da un pusher di 43 anni di Rotondi. 

E, secondo le risultanze delle indagini degli agenti del Commissariato di Polizia di Cervinara, Lorenzo Ceglia, aveva messo su un mercato abbastanza fiorente. Non esercitava, infatti, nella sua Rotondi, ma nell’attigua e molto più grande Cervinara, dove, nei fine settimana c’è un grande movimento di persone. Infatti, da qualche anno, via Roma nel centro caudino, grazie all’apertura di diversi locali, calamita l’attenzione di tanti giovani e meno giovani. E, dove c’è il divertimento, dove ci sono tante persone, appare chiaro che si possa trovare droga. Il 43enne di Rotondi, questo lo aveva capito, ed aveva messo su un commercio molto fruttuoso. Come sempre avviene, infatti, la coca rappresenta la droga che viene usata, anche da chi non è assuntore abituale, per un apparente ricarica energetica, inconsapevole dei danni irreversibili che la sua assunzione comporta nel medio-lungo periodo. 

Ma il movimento era stato notato anche dagli agenti del locale commissariato agli ordini della dott.ssa Marino che avevano avviato una dettagliata inchiesta. Oltre ai tanti caffè che venivano ordinati, gli investigatori hanno pedinato il 43 enne e lo hanno anche messo sotto osservazione con intercettazioni telefoniche ed ambientali. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA