Scarichi abusivi nel torrente,
sigilli a una conceria

Mercoledì 10 Novembre 2021
Scarichi abusivi nel torrente, sigilli a una conceria

Sequestrata una conceria a Solofra. I Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino, nell’ambito delle indagini sull’inquinamento del torrente Solofrana, afferente al bacino idrografico del fiume Sarno, hanno posto i sigilli ad una azienda ubicata nel distretto conciario di Solofra e deferito in stato di libertà il legale rappresentante. L’attività, eseguita dai Carabinieri della Stazione Forestale di Serino, ha permesso di accertare che l’azienda esercitava l’attività in assenza dei titoli amministrativi e delle autorizzazioni ambientali. In questo modo, effettuava abusivamente gli scarichi delle acque reflue dell’impianto nella fognatura pubblica e sversava le acque di dilavamento del piazzale dell’opificio nel torrente Solofrana. Anche le emissioni in atmosfera dello stabilimento avvenivano in assenza delle autorizzazioni. Di qui, lo stop all’attività.

 

Ultimo aggiornamento: 19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA