Spunta un'antenna di telefonia davanti all'ospedale

Un maxi sbancamento è in corso nel rione Tuoro Cappuccini

Spunta un'antenna di telefonia davanti all'ospedale
Mercoledì 21 Febbraio 2024, 09:34
2 Minuti di Lettura

Proteste a rione Tuoro Cappuccini per la realizzazione di un'atenna di telefonia mobile. Un maxi sbancamento è in corso nella zona antistante l'ospedale Moscati di Avellino. L'area interessata ospiterà una antenna per telefonia di diversi metri d'altezza.

I residenti della zona che hanno denunciato l'avvio dei lavori sostengono che si tratta di un ennesimo impianto nella zona che aumenterebbe i campi magnetici nell'area. Infatti esiste un grande impianto a ridosso dello stadio Partenio dunque a qualche centinaio di metri da questa seconda antenna.

«Si tratta di un'antenna che abbiamo segnalato al comune, in particolare al vice sindaco Laura Nargi che ha promesso un suo interessamento».

L'opera godrebbe comunque dell'autorizzazione dell'Arpac. Dalla documentazione raccolta dai residenti, la compagnia ha effettuato lo sbancamento in un'area privata anche in virtù delle normative vigenti che consentono alle compagni di avviare gli espropri di aree private per pubblica utilità, essendo questi impianti telefonici classificati come di pubblico interesse. I residenti dal canto loro lamentano che ogni compagnia telefonica realizza impianti in autonomia senza sfruttare piloni o antenne già esistenti.

Video

La presenza di un nuovo impianto a ridosso di un quartiere densamente popolato e sopratutto nei pressi dell'ospedale Moscati è ritenuto dalle famiglie che hanno denunciato la nuova costruzione, come estremamente dannoso e superfluo, di qui la richiesta di intervento da parte dell'amministrazione comunale che dovrebbe pporsi alla realizzazione dell'opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA