«Stazione ferroviaria Avellino,
sì al vincolo storico del ministero»

di Antonello Plati

Nuova vita per la stazione di Avellino. Mentre Regione e Ferrovie dello Stato proseguono nell'elettrificazione delle tratte che da Benevento, passando per il capoluogo irpino, conducono a Napoli e Salerno, il Ministero per i Beni e le Attività culturali (Mibac) - su richiesta della Soprintendenza all'Archeologia, Belle arti e Paesaggio avvia la procedura per apporre il vincolo di tutela sugli edifici e i manufatti presenti nello scalo di Borgo Ferrovia che potrebbe, dunque, diventare una «stazione-museo». Infatti, è notevole l'interesse storico-architettonico di alcune rare testimonianze della tecnica costruttiva dell'800 che risultano tutte ben conservate: dalle rimesse all'officina per locomotive, ma anche alloggi, depositi, magazzini e addirittura una torre-serbatoio dell'acqua e una piattaforma girevole.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 9 Febbraio 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP