Strisce pedonali, il sindaco assicura:
«Pronto il piano per rifarle ovunque»

Sabato 7 Maggio 2022
Strisce pedonali, il sindaco assicura: «Pronto il piano per rifarle ovunque»

«Pronto un piano per il ripristino delle strisce pedonali». Ad annunciarlo è il sindaco, Gianluca Festa. La fascia tricolore promette uno stanziamento economico straordinario nel Bilancio di previsione, che sarebbe ormai al varo da parte della giunta. Prima dell'approvazione del documento contabile, infatti, l'ente non può investire risorse, ed amministra in dodicesimi rispetto alla spesa dell'anno precedente. Ma Festa dà la cosa per imminente: «Sono state individuate le aree in cui intervenire spiega - sia per il rifacimento dell'asfalto, sia per il necessario ripristino delle strisce pedonali in molte zone della città».

L'intervento è ormai più che necessario, indispensabile, da centro alle periferie della città. Proprio gli interventi di manutenzione dell'asfalto, con l'apposizione delle famose toppe, ha cancellato, in moltissime strade, la segnaletica orizzontale indispensabile per la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti. Sul caso, si sono sprecate, nell'ultimo anno, le interrogazioni dei consiglieri di opposizione. Da Rione Mazzini a Corso Europa, da Rione Aversa a via An-narumma, da via Oscar D'Agostino a via Tagliamento, l'attraversamento, ad Avellino, è diventato decisamente problematico. In molti tratti, infatti, le strisce sono state cancellate dai rattoppi. A Corso Europa, in diversi attraversamenti, sono state cancellate solo a metà. La carreggiata, in questi casi, si mostra divisa in due parti. Il pedone, in pratica, può attraversare in sicurezza solo da un lato; dall'altro, le strisce sono scomparse e le automobili in transito, che sarebbero tenute a fermarsi, possono andare in tilt. Condizione analoga a via Tagliamento. Qui, in molti casi, le strisce si sono cancellate da sole, nel corso degli anni. Il piano per il rifacimento delle strisce pedonali camminerà insieme alla riqualificazione del manto stradale. Un'operazione che ha già preso forma, in questi giorni, a Piazza Kennedy. Ma anche a via Guarini, dove si è proceduto con lavorazioni notturne, per evitare problemi alla circolazione. Come al solito, l'operazione non ha mancato di alimentare qualche polemica social, come era avvenuto già la scorsa primavera a via Tagliamento, dove era stata realizzata una lunghissima lingua di asfalto. A Piazza Kennedy, nei pressi del tunnel, la toppa aveva circondato un'auto in sosta. Un'immagine prontamente postata sulla pagina social del gruppo «Indignati anche tu per Avellino», già in prima linea, contro l'amministrazione comunale, per la vicenda della pista ciclabile di Corso Europa. Festa rilancia l'impegno, ma l'opposizione continua a lamentare uno stato di profondo degrado delle strade del capoluogo: «La mancanza della segnaletica orizzontale ad Avellino è un fatto al quale ci siamo ormai rassegnati. - ironizza amaramente il consigliere del Movimento Cinque Stelle, Ferdinando Picariello - Sul manto stradale, poi, si rendono necessari continui rattoppi. Abbiamo buche spesso molto pericolose, soprattutto per un ciclista o un motociclista, e questo fenomeno è generalizzato. In più - aggiunge - negli orati serali, la carenza di illuminazione pubblica rende ancor meno visibili questo tipo di ostacoli. E si rischia davvero grosso». Rispetto all'impegno per il rifacimento, Picariello non può che andare in pressing: «Che si intervenga finalmente sulle strade ce lo auguriamo tutti. Per ora, siamo ad una grave omissione, che si sta perpetrando da mesi se non anni. La situazione resta da terzo mondo - chiosa - perchè in qualsiasi paese, anche di provincia, esiste il minimo decoro. Ma stiamo diventando un caso unico in Italia». 

Ultimo aggiornamento: 9 Maggio, 10:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA