CORONAVIRUS

Terza dose in Irpinia per immunodepressi:
anziano di Monteforte ucciso dal Covid

Venerdì 17 Settembre 2021 di Antonello Plati
Terza dose in Irpinia per immunodepressi: anziano di Monteforte ucciso dal Covid

Terza dose del vaccino anticovid, si parte lunedì mattina, anche in provincia di Avellino. L'annuncio arriva mentre purtroppo il virus torna ad uccidere in Irpinia: un 82enne di Monteforte è deceduto ieri pomeriggio. Era al Moscati dal 7.

L'Asl, dunque, per le terze dosi convocherà presso gli hub di riferimento (23 quelli attivi in Irpinia) prima i cittadini immunodepressi e trapiantati, successivamente si passerà alle categorie professionali a rischio (innanzitutto personale sanitario) soltanto dopo tutti gli altri. Dunque, l'ente di via Degli Imbimbo dà applicazione alla circolare del Ministero della Salute per regolamentare tempi e categorie che potranno accedere alla dose aggiuntiva del siero contro il nuovo coronavirus. La circolare distingue tra dosi «addizionali» e dosi cosiddette «booster». Per dose addizionale, si legge, «si intende una dose aggiuntiva di vaccino a completamento del ciclo vaccinale primario, somministrata al fine di raggiungere un adeguato livello di risposta immunitaria». Per dose «booster», invece, «si intende una dose di richiamo dopo il completamento del ciclo vaccinale primario, a distanza di un determinato intervallo temporale, somministrata al fine di mantenere nel tempo o ripristinare un adeguato livello di risposta immunitaria, in particolare in popolazioni connotate da un alto rischio, per condizioni di fragilità che si associano allo sviluppo di malattia grave, o addirittura fatale, o per esposizione professionale». La dose addizionale di vaccino sarà somministrata dopo almeno 28 giorni dall'ultima dose. Come detto, si parte dai pazienti trapiantati. La dose «booster», diversamente da quella addizionale, verrà somministrata dopo 6 mesi definendo la strategia in favore di ulteriori gruppi tra cui fragili e a maggiore rischio per esposizione professionale. Al momento, in base alle indicazioni del Comitato tecnico scientifico, precisa la circolare, «si considera prioritaria la somministrazione della dose addizionale nei soggetti trapiantati e immunocompromessi».

Continua poi l'attività dei centri vaccinali anche in modalità Open D, al fine di raggiungere la copertura totale dell'intera popolazione irpina. Oggi, domani e domenica, oltre a garantire la somministrazione delle seconde dosi secondo calendario, gli hub saranno aperti dalle 8 alle 14 a tutti i cittadini, a partire dai 12 anni, per la somministrazione del vaccino senza prenotazione. Oggi sono attive le sedi di Altavilla Irpina, Atripalda, Ariano Irpino (centro sociale Vita), Avellino (Pala Del Mauro e caserma Berardi), Cervinara, Grottaminarda, Mercogliano, Monteforte Irpino, Montella, Montefalcione, Montoro, Moschiano, Mugnano del Cardinale, Sant'Angelo dei Lombardi e Solofra. Domani Altavilla Irpina, Ariano Irpino (centro sociale Vita e palazzetto dello sport), Atripalda, Avellino (Pala Del Mauro e caserma Berardi), Cervinara, Grottaminarda, Lioni, Mercogliano, Montefalcione, Monteforte Irpino, Montoro, Moschiano, Mugnano del Cardinale, Sant'Angelo dei Lombardi, Solofra e Vallata. Domenica Avellino (Pala Del Mauro), Cervinara, Grottaminarda, Montefalcione, Monteforte Irpino, Montoro, Montella, Mugnano del Cardinale e Solofra.

Video

Domenica e lunedì della prossima settimana, invece, due giorni di vaccinazioni riservate a donne incinte e a puerpere. Domenica 26 (dalle 8,30 alle 13,30) e lunedì 27 settembre (dalle 8,30 alle 16,30) l'Azienda ospedaliera Moscati di Avellino aprirà le porte alle future mamme e a quante hanno partorito da poco per vaccinarle in sicurezza. I due Open Day, organizzati dall'Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia, diretta da Elisiario Struzziero, si svolgeranno all'interno del polo vaccinale della città ospedaliera, dove il personale dell'Unità operativa di Medicina Preventiva, affiancato da ginecologi e ostetriche, provvederà a somministrare una dose anti-Covid-19 di Pfizer alle donne in gravidanza e in allattamento e a fornire loro tutte le informazioni utili a fugare ogni eventuale dubbio circa l'efficacia e la sicurezza del vaccino. «L'auspicio sottolinea Struzziero è di raccogliere molte adesioni. Le evidenze scientifiche ci dicono che il vaccino anti Covid-19 non solo è sicuro, ma è anche consigliato alle donne incinte e in allattamento. Se la risposta all'offerta del 26 e 27 settembre sarà significativa, riproporremo sicuramente l'iniziativa». Le donne interessate possono inviare un sms coi i propri dati (3357886944 o al 3498685684).

Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA