Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Testa di capretto davanti all'ex prefettura:
si indaga sul macabro rinvenimento

Lunedì 4 Luglio 2022 di Katiuscia Guarino
Testa di capretto davanti all'ex prefettura: si indaga sul macabro rinvenimento

Inquietante scoperta in via Tagliamento: una testa di capretto tagliata a metà è stata ritrovata nei pressi della palazzina che ha ospitato negli anni scorsi gli uffici della Prefettura. È stato un passante a fare il macabro rinvenimento. L'uomo ha contattato subito la centrale operativa della Questura di Avellino. Una pattuglia delle Volanti è intervenuta sul posto.
Allertato anche il personale dell'Asl. I resti dell'animale sono stati rimossi. La Polizia ha avviato le indagini per fare piena luce sulla vicenda. Si cerca di capire se si sia trattato di un atto intimidatorio o di uno scherzo di cattivo gusto da parte di qualcuno. La testa divisa in due parti è stata, dunque, posizionata non lontano dalla palazzina dove alcuni anni fa erano ospitati gli uffici di Palazzo di Governo. Lo stabile è di proprietà di un noto imprenditore del capoluogo. L'episodio ha destato molta preoccupazione fra gli abitanti della zona.

Gli agenti della Questura hanno raccolto elementi e informazioni per avviare l'attività di indagine. Scherzo o vera e propria minaccia? Sono interrogativi a cui gli investigatori dovranno trovare una risposta.
Nella zona sono presenti telecamere di videosorveglianza pubblica e privata. Le immagini potrebbero aver catturato qualche movimento sospetto di persone o veicoli. Da verificare anche il momento in cui è stata posizionata la testa del capretto lungo la trafficata arteria cittadina, dove insistono numerosi esercizi commerciali. E' probabile che chi ha agito lo abbia fatto di notte o all'alba.

Video

È stato, dunque, un cittadino ad accorgersi della presenza dei resti dell'animale mentre stava passeggiando. La scoperta è stata raccapricciante. Non ha esitato a chiamare le forze dell'ordine e ha subito allertato il 113. Una pattuglia della Sezione Volanti nel giro di qualche minuto è piombata sul posto. Almeno in questa fase delle indagini non viene escluso l'atto intimidatorio. Le teste mozzate degli animali hanno un preciso significato, come lo è anche il tipo di animale che viene scelto per essere ucciso. Ed è di solito il segnale più inquietante.
Se così fosse scatterebbe più di un allarme. Ma queste sono solo ipotesi. Spetterà alla Polizia fare luce sulla vicenda che presenta contorni misteriosi.
 

Ultimo aggiornamento: 21:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA