Testimoni raccontano fatti diversi, giudice
dispone faccia a faccia e assolve imputato

Venerdì 14 Maggio 2021
Testimoni raccontano fatti diversi, giudice dispone faccia a faccia e assolve imputato

Testimoni raccontano versioni completamente diverse, il giudice è costretto a convocarli insieme per metterli di fronte l’uno all’altro e capire dove sta la verità. Un 43enne di Solofra ha rischiato 8 mesi di reclusione perché accusato di lesioni colpose e omissione di soccorso per aver provocato l'incidente in cui la persona offesa aveva riportato gravi ferite, con conseguenti 32 giorni di prognosi.

Il Tribunale di Avellino lo ha invece assolto. Nel corso del dibattimento sono stati sentiti sei testimoni chiesti dalla Procura e due introdotti dalla difesa (avvocati Ennio Napolillo e Raffaele Moretti). Dopo aver sentito i primi quattro testi della Procura, il giudice ha disposto il confronto tra gli stessi, perché erano emerse contraddizioni tra le loro versioni. Un confronto del genere avviene in casi rari. Nello specifico s’è reso necessario per fare piena luce. All'ultima udienza il pm aveva chiesto 8 mesi di reclusione. L'imputato, invece, è stato assolto con formula piena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA