Abeti sul corso Garibaldi,
sarà un Natale green a Benevento

Martedì 13 Novembre 2018 di Paolo Bocchino
Sarà un Natale più povero, ma non meno interessante. Le ristrettezze finanziarie obbligano ad alzate d'ingegno e gli enti istituzionali si muovono di conseguenza. Comune di Benevento e Camera di Commercio saranno come da tradizione gli attori protagonisti del cartellone di eventi per le festività. Programma che quest'anno sconta una sensibile riduzione del budget per effetto di storiche problematiche e di fattori contingenti come il riassetto degli Ept. La parola d'ordine è dunque sinergia, quella che ha portato al summit svoltosi ieri nella sede camerale. Al tavolo anche i due massimi vertici, Clemente Mastella e Antonio Campese, per concordare la linea di condotta in vista dell'incombente ricorrenza.

Un confronto che ha cristallizzato un dato delineatosi da giorni: il Comune avrà un compito meno centrale nella pianificazione a beneficio di un maggiore protagonismo dell'Ente camerale. Non a caso sarà la Camera di Commercio a varare l'iniziativa che caratterizzerà il programma 2018: «Natale Green». Si tratta di un allestimento con abeti naturali di medio fusto addobbati con le luci della festa e collocati sui due lati lungo l'intero corso Garibaldi. Un viale alberato che potrebbe trasformarsi in una suggestiva galleria verde se, come ipotizzato, sarà possibile realizzare delle porte d'accesso a tema ai due capi del percorso. Al momento non si prevede la presenza delle casette in legno per lo shopping itinerante, ma non si esclude la possibilità di ripescarle in extremis. L'iniziativa ricalcherà per grandi linee quanto realizzato lo scorso anno in via Traiano, esperimento pilota che ha dato buoni riscontri. «Ci siamo confrontati con i vertici del Comune - dice Campese - illustrando la nostra linea e concordando le modalità attuative. Conosciamo le difficoltà economiche dell'Ente e abbiamo ritenuto opportuno muoverci direttamente, non limitandoci a finanziare un programma concepito altrove. La scelta di un percorso verde nel quale assaporare i giorni di festa non è casuale: Benevento deve fare della vivibilità la propria arma principale e per questo pensiamo di donare al Comune gli abeti al termine delle feste, così da poterli reimpiantare in un quartiere».
 
Un riequilibrio nella cabina di regia del Natale accolto di buon grado a Palazzo Mosti: «Ciò che conta è cosa si farà per la città e non tanto chi lo farà - dice il delegato comunale alla Cultura, Oberdan Picucci - è in atto un dialogo con la Camera di Commercio e mi auguro che i risultati saranno quelli attesi. Il Comune anche quest'anno allestirà il grande albero luminoso che ha ottenuto apprezzamento unanime. Confermata l'installazione per i selfie ricordo sul Corso. Non mancheranno le luminarie in centro e in altri quartieri. Ci saranno spettacoli teatrali nell'ambito di Città Spettacolo tutto l'anno curata da Renato Giordano e il Gran Galà dell'illusionismo. Non si svolgerà invece il concerto del 31 dicembre con un big ma non mancherà la musica: realizzeremo eventi innovativi che permettano a giovani e meno giovani di divertirsi nella notte di Capodanno».

Un pacchetto festaiolo che si spera possano scartare con profitto anche le attività commerciali. «Avevamo bisogno di individuare un'idea forza originale - dice Gianluca Alviggi, leader di Confesercenti e promotore del Natale Green come membro della giunta camerale - che ci distinguesse nel panorama regionale degli eventi. Inseguire Salerno sulla strada delle luminarie non avrebbe senso data la incomparabile potenza di fuoco economica. Invece la suggestione di una passeggiata immersi nel verde degli abeti, tra le luci e le atmosfere del Natale, possono spingere nuovi visitatori a Benevento». © RIPRODUZIONE RISERVATA