Allarme inquinamento, Mastella:
«La Regione non si defili»

Partecipazione di tutti al miglioramento della sostenibilità e un rimbrotto, non il primo, alla Regione che non affronta la materia con strumenti omogenei sul territorio. Clemente Mastella torna sui temi ambientali all'indomani dell'approvazione del Piano comunale per la qualità dell'aria licenziato venerdì mattina dall'esecutivo. Nella successiva conferenza stampa il primo cittadino non aveva preso la parola ma a margine aveva rilasciato al «Mattino» alcune dichiarazioni critiche nei confronti dell'amministrazione regionale che ha di fatto lasciato soli gli enti locali campani nel fronteggiare in ordine sparso una problematica decisamente più grande degli ambiti municipali.

«Tutta l'Europa - ribadisce il sindaco sulla propria pagina facebook ufficiale - lavora a un modello di città con meno auto private. Dobbiamo anche a Benevento combattere l'inquinamento e fare qualcosa di più per la qualità dell'aria che in Italia fa 75 mila morti all'anno, molti anche da noi. E dobbiamo come al Nord concordare misure a livello regionale sperando di convincere tutti della bontà delle iniziative». Non sfugge dunque come Mastella intenda declinare il tema anche in chiave politica facendone uno dei possibili argomenti forti di una contrapposizione elettorale per il vertice di Palazzo Santa Lucia al momento soltanto prospettata.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 17 Giugno 2019, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP