Autonomia, l'allarme di De Luca:
«Rischio disgregazione nazionale»

Sabato 16 Febbraio 2019
«Autonomia porta a dividere il Paese? Il rischio c'è. Siamo sull'orlo di una disgregazione nazionale. Io sono il più interessato a sconfiggere a cancellare dal Sud e dalla Campania le aree di parassitismo, di inefficienza, di cialtroneria. Dobbiamo presentarci sul tavolo nazionale a testa alta e con grande dignità rappresentando il Sud che lavora, che combatte, che produce risultati concreti e non solo lamentazioni e chiacchiere. Detto questo, dobbiamo parlare con tanti amici del Nord un linguaggio di verità. Se il problema è decentrare le funzioni, avvicinare decisioni ai territori sono favorevole. Se invece qualcuno immagina operazioni furbesche e cioè alla fine ognuno si tiene il gettito fiscale laddove si produce, questo significa che abbiamo spezzato l'Italia e abbiamo abbandonato il Sud al suo destino». Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca prima di partecipare a Benevento alla cerimonia di inaugurazione di «Sannio Falanghina Città Europea del Vino 2019». «Non dobbiamo essere interessati a crociate ma dobbiamo anche aprire gli occhi partendo da un'operazione verità - ha proseguito - che significa, ad esempio, porre al governo una domanda: come pensate di fare la perequazione rispetto alla sanità visto che la Campania perde ogni anno 3-400 milioni di euro nel riparto del fondo sanitario nazionale? Siamo la regione d'Italia più penalizzata in rapporto alla popolazione residente».Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio, 07:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA