Prefetto Blasco, fine del processo
e reati in prescrizione: «Io corretto»

Prescritto il procedimento penale per l'ex prefetto di Benevento (oltre che di Avellino e Isernia) Ennio Blasco. Ieri, al Tribunale di Avellino, in composizione collegiale, presieduto dal giudice Roberto Melone, a latere Francesca Spella e Viviana Centola, è stata celebrata un'altra udienza, quella decisiva, del processo che ha visto come imputato per corruzione Blasco insieme Carlo e Carmine Buglione e al loro cognato Erasmo Caliendo. Il Tribunale, dopo la questione sollevata dall'avvocato dell'ex prefetto, Gaetano Aufiero, sull'intervenuta prescrizione dal 7 ottobre, ha emesso la «sentenza di non doversi procedere» per Blasco, Caliendo e Carmine Buglione. Il tutto dopo aver sentito gran parte dei testi dell'accusa rimarcare «la correttezza delle procedure e il rigore dell'attività svolta da Blasco».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 11 Ottobre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP