Benevento, bivacchi a Santa Sofia
tra resti di cibo e rifiuti «selvaggi»

di Paolo Bocchino

Decine di ragazzi seduti sui gradini a chiacchierare, ridere e scherzare per ore. Con loro birre e pizze per accompagnare la lunga serata. Scene normalissime se gli scalini non fossero quelli della fontana di Santa Sofia e lo stesso uscio della monumentale chiesa patrimonio Unesco. Tutti ridotti a «bivacco» serale per gruppi di giovani forse abituati a utilizzare tali spazi senza tema di richiami. Luoghi peraltro riconsegnati alla città in condizioni ben diverse da quelle nelle quali li si è trovati: bottiglie e bicchieri da cocktail abbandonati ovunque, resti di cibo presto preda di animali, pacchetti di sigarette.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 29 Agosto 2019, 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP