Benevento, caccia alla punta:
​piste Donnarumma e La Mantia

Giovedì 2 Gennaio 2020 di Luigi Trusio
La trattativa per il rinnovo di Coda non condizionerà in alcun modo la caccia all'attaccante. Il Benevento ha deciso: la punta arriverà in qualunque caso, sia che il bomber di Cava de' Tirreni prolungherà il contratto, sia che propenda per restare in scadenza e liberarsi a titolo gratuito il prossimo 30 giugno. Il momento dei contatti, dei sondaggi e dei pourparler si è concluso, ora il diesse è pronto a passare al contrattacco e l'impressione è che abbia già in pugno l'asso che dovrà giocarsi con Coda il posto da titolare per la seconda metà di stagione. I nomi caldi sono quelli di Andrea La Mantia e Alfredo Donnarumma del Brescia. Il primo si era già promesso al Benevento qualche settimana fa, il secondo è spuntato in seguito al raffreddamento della trattativa per il giocatore del Lecce, autore di due gol in tre gare a novembre. Ma Foggia non ha rinunciato completamente a La Mantia, così come continua a seguire con attenzione la pista Donnarumma. Il diesse presto sarà occupato anche con l'entourage di Coda per riprendere il discorso relativo a un rinnovo sempre più eventuale.

La sensazione è che il Benevento non si smuoverà di un millimetro dalla proposta che ha formulato al calciatore a suo tempo, un biennale a cifre notevolmente inferiori a quelle che attualmente percepisce (anche perché quel contratto fu stipulato per la prima stagione di A). Per Coda a quel punto sarà prendere o lasciare. Le parti (Foggia e il procuratore Beppe Galli con il collaboratore Ciro Caruso, peraltro ex giallorosso) si rivedranno ai primi di gennaio, ma per adesso sembrano abbastanza distanti: la punta salernitana a 31 anni sa di poter ambire all'ultimo contratto importante della carriera e quindi non vorrebbe rinunciare a un lauto triennale. In ogni caso, appare quasi scontato che l'attaccante resterà a Benevento fino al termine della stagione, ma è altrettanto probabile che si trovi a competere con un partner/rivale di pari (se non superiore) valore appena ingaggiato e che dunque il Benevento avrà maggiore interesse a far giocare. Tra l'altro, secondo radiomercato su Coda pare sia piombato il Monza di Berlusconi e Galliani che sta dominando (un po' come il Benevento) il girone A della Serie C (10 punti di vantaggio sulla seconda) e sta già programmando il ritorno in cadetteria dopo 20 anni.

LE MANOVRE
Nel frattempo il procuratore di Armenteros, Fredrik Risp, nelle scorse settimane ha fatto un salto in Italia ed ha ribadito alla società la volontà del suo assistito di restare in giallorosso. Il Benevento, che all'inizio è rimasto un po' spiazzato (col 4-3-2-1 le chance di Armenteros di giocarsi un posto da titolare sono pressoché inesistenti e quindi c'era il convincimento che il ragazzo chiedesse la cessione) ha apprezzato perché è contento di tenersi lo svedese di origine cubana, ma solo fino al termine della stagione. Il club, soprattutto in prospettiva massima serie, non è minimamente intenzionato a rinnovargli il contratto in scadenza al 30 giugno. La triade Vigorito-Inzaghi-Foggia per la A ha difatti ben altri piani. Piani in cui lo stesso Coda rientrerebbe solo da comprimario e non certo da attore principale come fu per espressa volontà di Baroni due anni e mezzo fa. Foggia intanto, si sta dando da fare per cercare un difensore centrale che possa sostituire lo sfortunato Antei, per il quale la stagione è da considerarsi finita. Tra quelli che stima c'è il brasiliano Alan Empereur del Verona, che il diesse ha già provato la scorsa estate a portare a Benevento quando il giocatore era in forza al Foggia, tramite scambio con Costa. Ma il club rossonero rifiutò la proposta. Empereur, assistito dal beneventano Sandro Martone della scuderia Raiola, in maglia scaligera questa stagione ha collezionato solo 3 presenze, due per intero a novembre contro Inter e Brescia, e un tempo il 7 dicembre contro l'Atalanta. Nelle gerarchie di Juric non è tra le primissime scelte e quindi potrebbe anche decidere di scendere di categoria allettato da un progetto importante. Ma quello di Empereur non è l'unico profilo che piace al Benevento. Foggia non ha fretta e sta studiando la prossima mossa, anche perché ad Inzaghi il difensore occorre per essere coperto nel ruolo in vista del match del 19 gennaio contro il Pisa. © RIPRODUZIONE RISERVATA