Benevento, distruggono la vetrina
del bar: via col registratore di cassa

Venerdì 7 Gennaio 2022
Benevento, distruggono la vetrina del bar: via col registratore di cassa

Denaro e non dolci nella calza della Befana. Questo era l'intento dei malviventi che hanno preso di mira un bar in città proprio nella notte dell'Epifania. Il, bottino è stato, infatti, il contenuto del registratore di cassa del locale, circa 500 euro.

I ladri specializzati in questo tipo di furti hanno «scelto» un bar tra i più accorsati della città, il bar- gelateria «Gusto puro» che è ubicato, da qualche tempo, all'inizio di via Pietro Nenni nei pressi della rotatoria, cinquanta metri prima di giungere al Carrefour e all'Ovs.

L'allarme è scattato l'altra notte verso le due. Una telefonata al 113 da parte dei titolari dell'attività commerciale ha fatto accorrere sul posto gli agenti della Squadra Volanti della questura e, successivamente, quelli della polizia scientifica per i rilievi del caso.

Si è così potuto appurare che i ladri non avevano avuto difficoltà a forzare la serratura del dehors in vetri, antistante la porta d'ingresso. Una volta superato questo primo ostacolo, con una mazzola hanno sfondato il vetro della porta del locale che è andato in frantumi, in modo da consentire l'apertura e penetrare all'interno.
Siccome il locale è dotato di un allarme sonoro, i ladri sono stati rapidissimi per evitare di essere bloccati sul fatto, e si sono impossessati del registratore di cassa collocato al centro del bar, tralasciando l'altra merce che era nel locale e si sono dileguati. Pertanto, all'arrivo degli agenti, gli autori del colpo si erano già dileguati. Nel registratore di cassa il gestore del bar ha potuto stabilire che c'era una somma di cinquecento euro.

Video


La polizia scientifica ha puntato la sua attenzione sulle telecamere a circuito chiuso di cui il bar è dotato. Nell'immediatezza del sopralluogo non è stato possibile stabilire se le telecamere hanno ripreso la varie fasi del colpo. Pertanto, questa mattina ci sarà un nuovo sopralluogo per verificare se esistono immagini del furto da utilizzare per cercare d'identificare gli autori. Via Nenni, in passato, ha visto più colpi messi a segno presso gli altri due bar che operano in zona, ubicati presso distributori di carburante. In tutti i casi, l'obiettivo sono stati sempre i registratori di cassa, a riprova che ad operare sono malavitosi locali che si accontentano di bottini ridotti e che probabilmente, data la ripetitività dei furti, hanno una buona conoscenza del luogo, dei locali e dei sistemi di allarme.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA