Benevento, Mastella sicuro:
«Vincerò io le elezioni»

Lunedì 27 Settembre 2021 di Paolo Bocchino
Benevento, Mastella sicuro: «Vincerò io le elezioni»

«Al primo turno o al ballottaggio? Vinceremo, siatene certi». Un Clemente Mastella particolarmente sicuro dei propri mezzi ha partecipato ieri alla presentazione di Sannio Libero, una delle dieci liste a supporto della sua rielezione sindacale. Non una qualsiasi, però. La compagine ispirata da Fernando Errico come naturale prosecuzione su scala cittadina della sigla regionale Campania Libera ha incontrato lungo il cammino l'apporto di Italia Viva. Ne è nato un progetto sperimentale che potrebbe fungere da nucleo fondante del progetto centrista nell'alveo di centrosinistra che fa perno sul governatore regionale Vincenzo De Luca e sullo stesso Clemente Mastella.

«Dopo il voto lavorerò alla creazione di un nuovo soggetto politico di centro sulla falsariga della Margherita - ha ribadito il patron di Noi Campani - Alle ultime regionali insieme a Italia Viva abbiamo ottenuto oltre 400mila voti. Sono tantissimi. Ci sono le condizioni per dare vita a un progetto nuovo. Mi auguro se ne renda conto anche il Pd che incredibilmente fa la guerra a me qui a Benevento: senza il centro il Pd non vince un'elezione dal 2006. Allora fummo determinanti noi dell'Udeur. Ma anche adesso, l'alleanza Pd-Cinquestelle non porta da nessuna parte. Sono curioso di vedere quali arrampicate verbali dovrà escogitare Andrea Orlando per giustificare ciò che fa il partito a Benevento, mentre a Caserta, Napoli e Salerno siamo insieme». Un taglio molto politico all'intervento reso nel corso della kermesse di presentazione di Sannio Libero presso il centro commerciale Buonvento. Ma non poteva mancare chiaramente il focus sulle ormai imminenti elezioni: «Noi possiamo elencare innumerevoli risultati amministrativi che corrispondono ad altrettanti fallimenti di chi ci ha preceduto - ha rimarcato con orgoglio il primo cittadino - Chi ci attacca va in bestia proprio perché ne è consapevole. E si inventano di tutto, dai falsi sondaggi alle fake news, per provare a screditarci. Ma sono certo: primo turno o non, vinceremo».

Sostegno a Mastella anche dai renziani rappresentati nel Sannio da Bepy Izzo: «Abbiamo deciso di supportare la ricandidatura di Mastella per tre ragioni - ha spiegato il coordinatore provinciale di Iv - La prospettiva politica che è la più vicina alla nostra visione moderata, la continuità amministrativa di un esecutivo che ha dato buona prova di sè nel difficile momento della pandemia e l'apprezzamento personale per Mastella». Molto fiducioso sul responso elettorale si è detto anche Fernando Errico: «L'obiettivo è vincere già al primo turno, e sono convinto che Sannio Libero otterrà un ruolo fondamentale in questo successo». Il delegato di De Luca per la Napoli-Bari ha inoltre annunciato che il vicepresidente della giunta regionale Fulvio Bonavitacola parteciperà domani sera a una iniziativa di Sannio Libero all'hotel Traiano. In precedenza, alle 17,30, lo stesso numero due di De Luca sarà all'auditorium del Museo del Sannio per la convention promossa da Essere democratici, la compagine guidata da Raffaele Del Vecchio, Francesco De Pierro e Cosimo Lepore. Sarà presente Clemente Mastella. Nella serata di ieri si è svolta anche l'iniziativa «Racconti e testimonianze delle città sospese».

Video



L'evento era promosso dalla coalizione Arco. «Sono le tante città costrette a vivere in un limbo a causa di pendenze burocratiche e giuridiche che si trascinano da decenni» ha spiegato il candidato sindaco Angelo Moretti alla numerosa platea del San Marco. «Pezzi di Benevento - ha aggiunto - che di fatto sono isolati dal contesto, in eterna attesa che la loro surreale condizione trovi finalmente definizione. L'elenco è purtroppo lungo e tocca via Saragat, Santa Colomba, Pacevecchia, le contrade. Persone, famiglie, che vivono in abitazioni costruite su terreni mai accatastati dal Comune malgrado sia trascorso un tempo interminabile. Cose che non devono accadere mai più». Alla convention sono stati acquisiti anche i contributi dell'ex sindaco Pasquale Viespoli, che ha descritto il programma di «piazza diagonale» che si era immaginato con il concorso di progettazione per piazza Duomo e piazza Orsini, mentre Roberto Costanzo, portando i saluti di Antonio Pietrantonio, ne ha ricordato «l'attenzione posta in particolare sulla città della cultura e dei servizi».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA