«Ricerca», convocati 29 sindaci:
riecco l'ipotesi trivelle nel Sannio

di Paolo Bocchino

FORTORE - Come un fluido sotterraneo che improvvisamente riaffiora. I progetti per l'estrazione petrolifera nel Sannio sembravano ormai consegnati all'archivio dei ricordi dopo aver a lungo infiammato il dibattito pubblico. E invece sono più vivi che mai, almeno nelle intenzioni della società proponente, la britannica «Delta Energy». Sono sue le iniziative denominate «Pietra Spaccata» e «Case Capozzi» che lunedì saranno al centro di un confronto in Regione tra i funzionari dell'ente guidato da Vincenzo De Luca e un nutrito novero di sindaci sanniti: ben 29 i destinatari dell'invito firmato dal responsabile della Direzione generale Governo del territorio Alberto Romeo Gentile.

L'elenco dei Comuni coinvolti riguarda soprattutto Fortore e pre-Fortore ma anche altri comprensori della provincia arrivando a toccare il capoluogo. Nel dettaglio, il progetto «Pietra Spaccata» interessa 18 comuni: San Marco dei Cavoti, Baselice, Camplattaro, Casalduni, Castelpagano, Circello, Colle Sannita, Foiano, Fragneto l'Abate, Molinara, Fragneto Monforte, Morcone, Pago Veiano, Castelvetere, Pesco Sannita, Pontelandolfo, Reino, San Giorgio la Molara. In totale l'areale di indagine misura 333 chilometri quadrati. Municipi che in parte ricorrono anche nella lista dei centri inclusi nel progetto «Case Capozzi» mentre alcuni sono toccati solo da quest'ultimo. È il caso di Apice, Benevento, Buonalbergo, Castelfranco in Miscano, Ginestra degli Schiavoni, Montefalcone, Paduli, Pietrelcina, San Giorgio del Sannio, San Nicola Manfredi, Sant'Arcangelo. In «Case Capozzi» c'è anche il coinvolgimento di quattro centri irpini (Casalbore, Montecalvo, Ariano, Melito) per un perimetro di 423 chilometri quadrati.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 8 Dicembre 2018, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP