Benevento-Napoli, Eav fa il punto
sui tempi: un anno senza treni

Giovedì 21 Ottobre 2021 di Giovanna Di Notte
Benevento-Napoli, Eav fa il punto sui tempi: un anno senza treni

La circolazione dei treni della tratta Benevento-Cancello riprenderà entro ottobre 2022. A renderlo noto è l'Eav con una nota inviata ieri pomeriggio, ai sindaci di Benevento, Airola, Apollosa, Arpaia, Ceppaloni, Cervinara, Montesarchio, Roccabascerana, Rotondi, San Felice a Cancello, San Martino Valle Caudina e Santa Maria a Vico. Nel fare il punto sui lavori in corso sulle linee Piedimonte Matese-Santa Maria Capua Vetere e sulla Benevento-Cancello, il presidente Eav Umberto De Gregorio e il dirigente Pasquale Sposito hanno illustrato nel dettaglio gli interventi programmati e resi necessari dall'obbligo di adeguamento della linea agli standard di sicurezza fissati in ambito nazionale dall'Agenzia nazionale sicurezza ferroviaria. Dall'azienda precisano che si tratta di lavori che garantiranno la completa sicurezza del servizio e una riduzione dei tempi di percorrenza sulle due tratte interessate.

Video

De Gregorio e Sposito spiegano che «il lavoro condotto da Eav e Rfi sulla programmazione degli investimenti ha portato al finanziamento di un corposo intervento per circa 110 milioni a valere sui fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, volto all'ammodernamento della linea Benevento-Cancello attraverso il completo rinnovo dell'armamento ferroviario e della trazione elettrica, la copertura radio elettrica e la soppressione di passaggi a livello». Confermata la data di settembre 2023 per la linea Piedimonte Matese - Santa Maria Capua Vetere che, invece, non sarà interrotta all'esercizio. Soddisfatto per i risultati raggiunti Sposito: «Abbiamo anticipato l'apertura di 9 mesi rispetto al programma iniziale, i lavori proseguono senza sosta e abbiamo fatto grossi investimenti per rendere la linea più performante e sarà la prima linea Eav ad essere completamente attrezzata. Garantiremo un servizio migliore, più sicuro e più veloce: il limite non sarà più di 50 chilometri orari ma di 80, in più ci saranno incroci automatici».

Intanto, in questi mesi l'Eav ha garantito il servizio ai pendolari attraverso bus sostitutivi. «Ancora un anno di pazienza per i pendolari - aggiunge Sposito - abbiamo anche rinforzato il servizio inserendo corse bis dove necessario. Da parte nostra c'è grande flessibilità per soddisfare le esigenze dell'utenza».
 

Ultimo aggiornamento: 07:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA