Napoli-Bari, il piano anti-disagi:
in caso di neve autostrada chiusa

Martedì 10 Dicembre 2019 di Enrico Marra
Dopo pioggia e sisma l'allarme ora è legato alla neve e ai disagi che potrebbero essere legati all'arrivo del gelo. Riunioni si sono svolte presso le Prefettura di Benevento e Avellino. Alla fine è stato varato un piano antineve che quest'anno presenta elementi di novità soprattutto riguardo l'autostrada A16 Napoli-Bari. La Procura di Avellino, infatti, nei mesi scorsi, ha disposto il sequestro di tutti i viadotti dell'A16 che attraversano l'Irpinia. Del resto il ricordo del maxi incidente con bus nella scarpata del 2103 ha fatto scattare oculate verifiche. Chiaramente per non bloccare completamente il traffico, ora lì si transita sui cavalcavia su una sola corsia in modo da ridurre il numero dei veicoli che contemporaneamente circolano su quei viadotti.

Questi provvedimenti ovviamente rendono problematico l'utilizzo di mezzi per la rimozione della neve e per quelli destinati a spargere il sale. Pertanto se ci sarà una nevicata Autostrade per l'Italia costretta a chiudere l'A16 perché non sarà agevole pulire la carreggiata dal manto nevoso così come era avvenuto in passato. In ogni caso uno dei problemi principali è quello di cercare di evitare la chiusura del tratto tra Baiano e Candela, che quando è accaduto ha provocato enormi disagi. In caso di chiusura dell'autostrada sono state predisposte delle aree dove accogliere in particolare i mezzi pesanti.

Per il Sannio queste aree saranno utilizzate indipendentemente da ciò che accade lungo il tracciato autostradale. Infatti potrebbero esservi situazioni di emergenza neve anche al di fuori dell'autostrada e la Prefettura attraverso il Centro operativo viabilità, diretto da dal vice prefetto Mara De Feo, potrebbe con ordinanza vedersi costretta a bloccare la circolazione dei mezzi pesanti anche su altri tratti della viabilità provinciale.

Le aree destinate ad accogliere i mezzi pesanti nel territorio sannita sono le seguenti: Benevento, parcheggio stadio «Vigorito» 250 veicoli; San Giorgio del Sannio, uscita raccordo, località Cesine e in alternativa località Monterone 100 veicoli; Torrecuso, area zona industriale di Torre Palazzo 50 veicoli; Fragneto Monforte, lungo la strada provinciale Casalduni-Fragneto Monforte 50 veicoli; Montesarchio, parcheggio antistante stadio comunale 50 veicoli; Faicchio statale 372, area servizio società «Roa» direzione Caianello-Benevento, 60 veicoli. Ma oltre all'A16 l'attenzione è anche sulle altre vie. Le gare per la pulizia delle strade dal manto nevoso sono state effettuate a valere per l'intero territorio provinciale sulle strade di competenza dell'Anas, tra questi il Raccordo Autostradale e fino all'innesto del bivio con la Statale 87, in territorio di Torrecuso. Prevista l'utilizzazione anche di mezzi di ditte private.

La Provincia, invece, ha già previsto l'acquisto dei quantitativi di sale da utilizzare per evitare la formazione del ghiaccio e garantire la percorribilità lungo le strade di sua competenza. Ci sono ditte già individuate che provvederanno a rimuove la neve lungo le varie strade, secondo in piano che viene attuato già da alcuni anni in particolare nelle zone del Fortore, in pratica la parte del territorio provinciale maggiormente interessate da abbondanti precipitazioni nevose e dalle gelate notturne.Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre, 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA