Scarichi nei fiumi: sigilli ai depuratori,
33 indagati per inquinamento a Benevento

Venerdì 15 Maggio 2020

Carabinieri del gruppo Tutela ambiente di Napoli stanno eseguendo un decreto emesso dal gip di Benevento con il quale viene disposto il sequestro preventivo di 12 depuratori di Benevento e provincia. Sono 33 gli indagati nei confronti dei quali la Procura di Benevento, che coordina le indagini, ha ipotizzato i reati di inquinamento ambientale, frode nelle pubbliche forniture, truffa, favoreggiamento personale, gestione illecita di rifiuti, scarichi di acque reflue senza autorizzazione, abuso d'ufficio e falso.

LEGGI ANCHE Migranti, filiera internazionale da Napoli produceva documenti falsi: otto arresti

I militari stanno eseguendo anche numerosi decreti di perquisizione emessi dal pm nei confronti di alcuni degli indagati. Le indagini hanno documentato la compromissione dei corsi d'acqua dell'area beneventana dovuti agli scarichi dei depuratori di numerosi comuni del territorio sannita e il conseguente grave inquinamento ambientale. I carabinieri del Noe di Napoli sono coadiuvati dai Carabinieri del gruppo Forestale di Benevento-Nipaf e dai Carabinieri dell'Arma beneventana.
 

Ultimo aggiornamento: 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA