«Galilei», attesa nel segno della solidarietà

Elogiato il comportamento degli studenti: "C'è dialogo proficuo con i colleghi degli altri istituti"

L'ingresso dell'istituto superiore "Galilei" in piazza Risorgimento a Benevento
L'ingresso dell'istituto superiore "Galilei" in piazza Risorgimento a Benevento
Lunedì 27 Maggio 2024, 22:09
3 Minuti di Lettura

A pochi giorni dal «verdetto» della Provincia sul puzzle di trasferimenti collegato agli imminenti lavori di abbattimento, ricostruzione o riqualificazione, l'istituto superiore «Galilei» dirama una nota che rende palpabile il clima che si vive in questo momento a piazza Risorgimento.

«Solidarietà  - si legge nel documento - è la parola chiave e il leitmotiv delle giornate che viviamo, con il pensiero e il desiderio di non lasciare la nostra sede centrale. Giornate calde e a tratti di ansiosa attesa per il responso che si attende dalla Provincia in merito alla ricollocazione della sede scolastica dei tre istituti superiori di Piazza Risorgimento. Incontri, riunioni, proposte per provare a risolvere una questione delicata e importante, che interessa l'istruzione dei nostri giovani studenti».

«Ciò che si evidenzia  - prosegue la nota - è la risposta più importante, quella che viene dai protagonisti, gli attori che muovono il sistema: gli studenti.

Rispetto, educazione e confronto è ciò che emerge dagli incontri tenuti con i ragazzi, che con grande compostezza si sono attivati, hanno cercato di comprendere dinamiche più grandi di loro e si sono impegnati in prima persona esercitando diritti e libertà, ma anche ponendo domande e proposte».

«Che meraviglia - concludono gli scriventi - quando i ragazzi sono da esempio agli adulti, quando sono uniti per la giustizia, quando la collettività viene prima del singolo e il bene comune stravince contro l'egoismo. Insegnamento più grande non avremmo potuto averlo. "Dietro ogni problema c'è un'opportunità " diceva Galilei e in questa difficoltà vedere gli studenti coesi e in un abbraccio sinergico con gli studenti di altri Istituti, è stato quanto di più bello si potesse immaginare. I più belli dei vostri giorni non li avete ancora vissuti, avanti così, verso un futuro pieno di valori». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA