CORONAVIRUS

Benevento, vaccini ai bimbi, solo 100 sì:
riapre l'hub dell'area industriale

Mercoledì 8 Dicembre 2021 di Luella De Ciampis
Benevento, vaccini ai bimbi, solo 100 sì: riapre l'hub dell'area industriale

«Sono 100 i bambini finora già prenotati in piattaforma per essere vaccinati. In verità pochi, ma speriamo che i genitori si sensibilizzino e sottopongano i loro figli al vaccino». Così Gennaro Volpe, direttore generale dell'Asl, ha commentato l'adesione al nuovo step della campagna vaccinale nel corso dell'incontro di ieri mattina a palazzo Mosti.

«Il 16 dicembre, giorno d'inizio dell'attività vaccinale destinata ai bambini spiega riaprirà i battenti l'hub di ponte Valentino per accogliere chi ha prenotato il vaccino per sé e per i figli nella fascia di età 5-11 anni. I percorsi vaccinali saranno adeguati all'accoglienza dei piccoli provenienti dall'intera provincia. Poi saranno aperti centri supplementari nei consultori dei distretti Asl e nelle scuole che aderiranno all'iniziativa, sfruttando il periodo delle feste di Natale. Al momento, c'è una scuola in città che ha già dato disponibilità in tal senso. In questa impresa ci aiuteranno anche i pediatri e i medici di famiglia che promuoveranno una campagna informativa».

Quindi, tutto è pronto per dare inizio alla campagna di vaccinazione per i bambini in età scolare ma c'è l'incognita delle adesioni, paventata anche dal sindaco Clemente Mastella. «Alle mamme e ai papà dice raccomando di consultare il loro pediatra di fiducia o il medico di famiglia per avere un quadro preciso della situazione. Il dato di fatto è che, in questo momento, i bambini rappresentano il veicolo per la trasmissione del virus ai genitori e ai nonni e che molte mamme escono malconce dall'esperienza di Covid dei propri figli. Per questo, invito tutti a riflettere sull'opportunità di vaccinare anche i più piccoli. Esulando, per un attimo, dal tema che stiamo trattando, voglio dare conferma ufficiale della realizzazione del progetto relativo alle case di comunità». Nel corso dell'incontro, è stata affrontata anche la questione delle attese e del boom di adesioni nell'hub dell'ex caserma Pepicelli e sono state elencate le strategie messe in atto per trovare una soluzione immediata ai disagi, tra cui l'apertura di tutti i centri anche nei weekend. «Domani (oggi ndr) continua Volpe oltre al centro di viale degli Atlantici, sarà in funzione anche quello di via XXIV Maggio che rimarrà aperto solo nei giorni festivi e nei weekend, quando non opera il poliambulatorio. Questo, tuttavia, è l'ultimo open day, poi per accedere agli hub per la terza dose bisognerà prenotare in piattaforma, mentre per la somministrazione delle prime dosi l'accesso è libero. Poiché abbiamo superato l'88% di copertura ormai in pochissimi si presentano per fare la prima dose. Intanto, c'è il tutto esaurito per le 1000 prenotazioni relative a giovedì. In questa fase, i medici di famiglia possono già vaccinare l'utenza, richiedendoci le dosi, mentre siamo in attesa di sapere quante farmacie aderiranno alla campagna vaccinale. Fare l'open day è stata una scelta nazionale che noi abbiamo messo in atto per favorire la popolazione ma, quando ci siamo resi conto che i nostri hub erano stati letteralmente presi d'assalto, abbiamo deciso di lavorare su prenotazione».

Video


Ieri, l'allarme alla caserma Pepicelli è parzialmente rientrato in quanto, pur rimanendo altissimo il numero di adesioni, almeno dopo l'orario di apertura il disagio della fila in strada è stato evitato ma la fila, questa volta di auto, si è spostata nella sede Asl di via Mascellaro, dove sono stati fatti oltre 1000 tamponi, necessari al tracciamento e al contenimento del rischio di cluster.

Sono stati somministrati 2900 vaccini in totale, 1200 dei quali nell'hub dell'ex caserma Pepicelli. Ancora un decesso al Rummo. A perdere la battaglia contro il Covid una 68enne di Telese Terme ricoverata nel reparto di Malattie infettive. Salgono così a 14 i decessi dalla fine dell'estate.
Sono 18 i pazienti in degenza nell'area Covid, e 26 i nuovi positivi sul territorio. Un numero ancora molto basso di contagi che incide poco sul totale dei casi nel Sannio che sono esplosi soprattutto nelle due settimane precedenti a quella in corso senza, tuttavia, dare origine a veri e propri focolai. Attualmente, solo in città ci sono 11 classi in Dad a causa dei contagi emersi tra gli alunni. In seguito all'aumento dei contagi, soprattutto in ambito scolastico, il Comune di Pago Veiano, in collaborazione con il centro diagnostico Delta, ha organizzato una giornata di screening gratuiti per tutta la popolazione che, giovedì 9 dalle 12 alle 18 potrà recarsi nella sede della Pro Loco in via Piane.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA